03 Dicembre 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

Cade l´imbattibilità del Giol: la Mestrina è ancora letale

19-10-2014 18:24 - News Generiche
LIAPIAVE - MESTRINA 1-2

LIAPIAVE: Finotto, Bortot, Fiorotto, Pettenà (st 28' Gagno), Cittadini, Tegon, Abazi, Pase (st 22' Pavan), Dal Mas (st 34' Parro), Benetton, Vettoretto. All. Piovesan
MESTRINA: Ziliotto, Scaramal (st 5' Da Lio), Danieli (st 17' Ballarin), Marchetto, Reggio, De Bortoli, Biondo, Zanon, Cavalli (st 40' Peron), Minio, Gnago. All. Vecchiato
ARBITRO: Boscarino di Siracusa
RETI: pt 16' Gnago, 40' Dal Mas; st 39' Minio
NOTE: Espulso Marchetto al 31' pt per doppia ammonizione. Ammoniti Pettenà, Fiorotto, Dal Mas, Zanon, Ziliotto, Minio, Peron. Spettatori 200 circa

Va in archivio con un'altra sconfitta, una tra le settimane più nere della storia del Liapiave. Nel breve volgere di sette giorni sono infatti arrivate due sconfitte consecutive in campionato, che hanno fatto perdere alla squadra di Piovesan il contatto con le prime della classe e nel mezzo c'è pure stata la gara di Coppa, costata l'eliminazione dal torneo, seppur solamente dopo la lotteria dei calci di rigore. Un periodo un pò così, avevamo titolato l'altro giorno, un periodo che richiede sicuramente un'analisi approfondita, per far si che tutto quello che di buono si era riusciti a fare nella prima fase di stagione, non vada a sciogliersi come neve al sole in maniera un pò troppo prematura. I numeri in fin dei conti, questa squadra ha dimostrato di averli e questo è il momento giusto per farli emergere, sia dal punto di vista tecnico, sia sotto il profilo di uno spirito che, a questo punto, diviene fondamentale per superare prima possibile questa fase d'impasse.
IL MATCH: L'avvio è tutto di marca ospite, anche se i primi a concludere siamo noi con Fiorotto, il cui destro dal limite non centra però lo specchio. Poi è solo Mestrina, che crea i presupposti del vantaggio conquistando un paio di calci d'angolo in fila con delle percussioni in zona centrale. Sul secondo, la maldestra deviazione di Tegon costringe Finotto alla smanacciata con palla che gironzola poi sulla linea di porta prima di essere scaraventata dentro da Gnago. Sulle ali dell'entusiasmo gli ospiti insistono ed è bravo Finotto a deviare in angolo una conclusione dal limite di Cavalli. Il duo d'attacco in maglia arancione continua a provarci senza esito sin quando, al minuto numero 31, si registra l'episodio che potrebbe dare una svolta al match: Dal Mas e Benetton lavorano bene sulla tre quarti dando il la allo scatto di Abazi che costringe Marchetto al fallo che gli costa il secondo giallo. Mestina in dieci. Un episodio che da coraggio ai padroni di casa che cominciano subito a pigiare il piede sull'acceleratore fin quando, al 39', non matura il punto del pari. A segnarlo è Dal Mas, con un'efficace deviazione aerea sul primo palo, conseguente alla battuta dalla bandierina di Benetton. Il Liapiave insiste ed è Vettoretto agli sgoccioli ad avere la palla del 2 a 1, con una conclusione completamente mancata da buona posizione su bel cross proveniente dalla sinistra operato da Fiorotto e pochi istanti dopo è lo stesso Fiorotto a calciare dal vertice dell'area un pallone sul quale Ziliotto rischia di combinare la frittata. Nella ripresa la squadra di casa rientra in campo con buona volontà ma con idee un pò più confuse, complice anche la felice predisposizione difensiva inscenata dagli ospiti. Ad avere le occasioni più grandi, per provare a ribaltare il punteggio, è ancora Dal Mas che dapprima al 10' non riesce a centrare lo specchio col destro su sponda in area di Benetton, poi invece, una decina di minuti dopo, con una conclusione mancina che finisce la sua corsa sull'esterno della rete. Man mano che il tempo passa, la Mestrina acquisisce sempre più morale e nell'ultimo quarto d'ora, comincia anche a far capolino nella metà campo avversaria, creando i presupposti per un gol che non a caso, a 5 minuti dalla fine, arriverà pure. Prima però da raccontare vi è anche una gran giocata di Cavalli, che in area sullo stretto è abilissimo a girarsi e a concludere sul palo più lontano, trovando la miracolosa risposta di Finotto, abilissimo a distendersi e a toccare con la punta delle dita un pallone che è andato ad infrangersi proprio contro il montante. Il tutto sino al 39', allorquando è arrivato il gol che ha di fatto deciso la partita: perfetta punizione di Minio dai 35 metri, che imprime al pallone un effetto spaventoso, facendolo calare proprio sotto l'incrocio dei pali. Con poco più di cinque minuti da giocare, proviamo subito a reagire, ma in così poco tempo riusciamo a costruire una sola chance con Cittadini, che di testa non inquadra però la porta. Finisce con la Mestrina in tripudio ad esultare sotto i propri tifosi e noi a testa bassa costretti già a pensare alla prossima gara, per cercare di metter fine quanto prima a questo periodo un pò così.

Fonte: Ufficio Stampa
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it