07 Marzo 2021
News
percorso: Home > News > News Generiche

Cuore, grinta e determinazione: il derby è nostro!

13-10-2013 14:04 - News Generiche
L´undici sceso in campo al "Samassa" (foto Venetogol.it)
LIVENTINAGORG - LIAPIAVE 0-1

LIVENTINAGORG: Memo, Soncin (st 25´ Maccari), Battiston, Rossi, Trevisiol (st 33´ Cofini), Barichello, Polesel, Cattelan, Vianello, Margherita (st 19´ Grandin), Biondo. All. Marchetto
LIAPIAVE: Finotto, Bozzetto, Fiorotto, Gagno, Cittadini, Bortot, Pase, Tegon, Abazi (st 33´ Lopez, st 35´ Menegaldo), Benetton, Vettoretto (st 12´ Bonotto). All. Piovesan
ARBITRO: Arace di Lugo di Romagna
RETE: st 19´ Gagno
NOTE: Espulso Cittadini al st 9´ per doppia ammonizione. Ammoniti Finotto, Polesel e Rossi. Spettatori 500 circa.

La corsa a perdifiato di Paolo Gagno verso la panchina (vedi sopra!!!), per tuffarsi in un abbraccio liberatorio assieme al mister e a tutto il resto della squadra, è la cartolina perfetta di una giornata indimenticabile. Mai vittoria fu più meritata, sotto tutti gli aspetti: tecnico, tattico, caratteriale, psicologico, tutte componenti curate già durante la settimana sin nei minimi dettagli, che hanno dato sfogo a una prestazione sublime e ad un risultato che ne è diventato la più logica e naturale conseguenza. La dimostrazione di ciò, ci giunge in maniera diretta dal come la squadra abbia saputo sopperire in maniera impeccabile all´inferiorità numerica patita sin dai primi minuti della ripresa: se fin li infatti i nostri giocatori si erano dimostrati più brillanti sul piano del palleggio, cercando di fare la partita senza alcun timore reverenziale nonostante il valore inestimabile del proprio avversario, di li in poi si sono trasformati in autentici gladiatori, raddoppiando le forze e difendendo strenuamente il prezioso gol di vantaggio, senza per questo disdegnare la fase di ripartenza, che ha portato il Liapiave almeno altre due volte ad un passo dal 2 a 0. Neanche dai sogni più belli poteva scaturire una prestazione così perfetta, con l´augurio che questo successo così straordinario possa rappresentare la classica spinta per continuare a divertirsi e a togliersi, perchè no, altre soddisfazioni di questa portata!
LA PARTITA: In avvio la Liventina prova a fare la gara ed il primo pericolo dalle parti di Finotto arriva ben presto, con un incursione centrale di Vianello che viene ribattuta in corner dalla difesa. Il Liapiave non si fa intimidire da questa occasione e comincia a poco a poco a guadagnare metri, a prendere in mano il pallino del gioco e ad avvicinarsi sempre più alla porta avversaria. Occasioni clamorose, se non con una punizione di Benetton fuori di un soffio, gli ospiti non riescono a crearne, palloni pericolosi in area avversaria ne arrivano però parecchi e questo costringe la Liventina a star lontano dai 16 metri avversari. Il primo tempo finisce così 0 a 0 e la ripresa si apre con un´occasionissima per il Liapiave: l´infaticabile Abazi alza una pressione feroce sul portiere Memo, costringendolo all´errore in disimpegno; con la porta spalancata, ma in posizione troppo defilata, il giovane attaccante opta per l´assist a favore di Gagno il cui sinistro piazzato trova il pronto recupero tra i pali dello stesso Memo. Sul ribaltamento di fronte, l´episodio che potrebbe mutare l´inerzia del match: Vianello va via a Cittadini che lo stende. Per l´arbitro ci sono gli estremi per il secondo cartellino giallo che costringe il Liapiave all´inferiorità. La susseguente punizione di Margherita da posizione invitante finisce alta. I ragazzi di Albino Piovesan hanno la capacità di riorganizzarsi subito, di non perdersi d´animo e di triplicare le forze in campo e la giustizia divina, talvolta esistente anche nel calcio, dimostrando evidentemente di apprezzare lo spettacolo, decide di strizzare l´occhio dalla parte giusta. Corre il 19´ quando Gagno, su punizione indiretta dai 25 metri, fa partire un autentico missile che piega le mani di Memo e finisce la sua corsa in fondo al sacco. E´ l´apoteosi! Punti sul vivo i padroni di casa faticano a ripartire e 5´ dopo rischiano di subìre il raddoppio: ennesima ripartenza funambolica di Benetton, che porge un pallone d´oro ad Abazi, il cui diagonale da posizione invitante viene miracolosamente respinto in angolo da Memo. La Liventina ci prova forse con poco ordine, ma sicuramente con coraggio ed il pallone del pari se lo ritrova sui piedi proprio Cattelan, che a 10´ dalla fine con l´esterno del sinistro fa correre un grosso brivido a tutto il pubblico di fede ospite, finendo però la sua corsa a fondo campo. Tra un contropiede e l´altro degli ospiti, che continuano a correre a perdifiato ed in maniera commovente, i padroni di casa al 90´ sparano l´ultima cartuccia, con un colpo di testa da sottomisura del neoentrato Maccari che Finotto alza benissimo sopra la traversa. Finisce qui, lo splendido derby giocato in anticipo al "Samassa": vince il Liapiave, con grande merito, senza discussioni! Grazie ragazzi e ora avanti così!!!


Fonte: Ufficio Stampa
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it