20 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

Non basta una splendida prova per fermare il Noale

02-11-2014 16:51 - News Generiche
LIAPIAVE - CALVI NOALE 2-3

LIAPIAVE: Finotto, Bortot, Fiorotto, Pettenà (st 40´ Menegaldo), Cittadini, Tegon, Abazi, Asllani, Dal Mas (st 26´ Parro), Benetton, Vettoretto. All. Piovesan
CALVI NOALE: Fortin, Caraceni, Ballin (st 36´ Zanon), Griggio, Coletto, Giubilato, Rizzato (st 1´ Gregorio), Bandiera, Viola, Moretto (st 8´ Bianchi), Fantinato. All. Soncin
ARBITRO: Lipizer di Verona
RETI: pt 7´ Fortin (R), 31´ Bandiera, 42´ Abazi; st 18´ Viola, 33´ Bortot.
NOTE: Ammoniti Abazi, Bortot, Benetton, Bandiera, Griggio, Moretto, Coletto, Giubilato. Calci d´angolo 10-4 per il Liapiave. Spettatori 300 circa.

Per provare a tenere testa al Noale, a questo Noale, c´era bisogno di una prestazione sontuosa e da questo punto di vista i nostri ragazzi non si sono fatti cogliere impreparati, buttando in campo anima e corpo e restando in gara fino all´ultimissimo secondo. Ed è proprio per questo motivo che il risultato alla fine avrebbe dovuto essere diverso, quanto meno per rendere merito ad uno sforzo globale che avrebbe sicuramente meritato miglior sorte. Ad affermarlo non siamo soltanto noi, ma anche i nostri avversari, che a fine gara hanno signorilmente ammesso di aver incamerato molto più di quello che avrebbero probabilmente meritato, in realtà la forza della capolista sta proprio qui, ossia nel saper ricavare il massimo anche in giornate in cui hai meno brillantezza ed in cui di fronte ti trovi un avversario che sa comunque tenerti testa, sia sul piano dell´intensità che sotto il profilo della qualità delle giocate. La morale di questa giornata è dunque solamente una: se i nostri ragazzi ricavano il buono di questa giornata e lo trasportano nelle prossime partite, è quasi scontato auspicare un prosieguo di stagione sicuramente degno, indipendentemente da quella che può essere la posizione di classifica occupata in quel momento, una classifica che continua comunque a restare più che soddisfacente per i nostri ragazzi, rimasti ancora attaccati al terzo gradino nonostante la sconfitta.
LA GARA: Il nostro avvio è decisamente promettente e la prima occasione capita già al 4´, con Vettoretto a creare scompiglio sulla fascia sinistra e a suggerire poi un assist verso il centro che Asllani, Abazi e Dal Mas non riescono tuttavia a risolvere al meglio. Al primo capovolgimento di fronte a passare sono però gli ospiti con un calcio di rigore originato da un fallo di Tegon ai danni di Fantinato, che Fortin trasforma con grande sicurezza. Il Liapiave non si dà per vinto e prende decisamente in mano il comando delle operazioni, conquistando una miriade di calci d´angolo che non sortiscono tuttavia alcun effetto ed anzi, alla seconda vera opportunità a tornare a rete è ancora il Noale, con un sinistro dal limite di Bandiera che piega le mani di Finotto e termina in fondo alla rete. La montagna da scalare per i padroni di casa diviene sempre più alta, ma senza scomporsi più di tanto i ragazzi di Piovesan continuano a fare la partita, creando i presupposti per la rete dapprima con un colpo di testa di Dal Mas, ben arginato da Fortin e trovando poi la via del gol con uno splendido destro di Abazi dal cuore dell´area, ben smarcato da un bel traversone operati dalla fascia sinistra da Fiorotto. Ringalluzzito dalla rete, il Liapiave rientra in campo nella ripresa con i migliori propositi, ma a spezzare i sogni di gloria ci pensa questa volta Viola, che al 18´ legittima al meglio la terza ed ultima occasione creata dai suoi nell´arco dei 90´, con un destro volante su azione di corner, che toglie le ragnatele dall´incrocio. A questo punto sembra davvero finita ma non sarà propriamente così poiché sospinti da un grandissimo orgoglio i locali continuano a giocare, ma soprattutto a non darsi mai per vinti. E a suon di dai e dai, riescono ancora una volta ad accorciare le distanze con una deviazione di Bortot a centro area, resa imprendibile dall´impercettibile ma decisivo tocco di Bianchi in marcatura su di lui. Gli ultimi dieci minuti si trasformano così in un assalto all´arma bianca, magari non lucidissimo perché la squadra aveva comunque già speso parecchio, ma sicuramente fastidioso per la capolista, costretta a ricorrere a tutta la propria esperienza per rintuzzare le avanzate dei padroni di casa. Le ultime chance capitano così a Benetton, che su calcio piazzato trova la pronta risposta di Fortin, a Vettoretto, che da dentro l´area calcia un pallone che finisce la sua corsa fuori di poco ed infine a Menegaldo, che non riesce a deviare il traversone propostogli dalla fascia opposta sempre da Vettoretto. Finisce così tra gli applausi di un "Giol" che, nonostante la sconfitta, ha voluto ringraziare la squadra per la buonissima prestazione offerta!

Fonte: Ufficio Stampa
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it