30 Novembre 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

Se è un sogno, non svegliateci!

10-10-2011 11:15 - News Generiche
Igor Furlan, suo il gol che ha aperto le danze
CAMPODARSEGO - LIAPIAVE 0-3

CAMPODARSEGO: Nalesso, Barin, Bellon, Tiso, Bertocco, Volpin, Lebran (st 25´ Ballarin), Maritan, Viola, Riberto (st 25´ Pozzi), Mazzeo. All. Sabbadin
LIAPIAVE: Tommaseo, Bortot, Furlan, Cittadini, Calzavara (st 36´ Cagnato), Albanese (st 25´ Pase), Bozzetto (st 36´ Baccichetto), Tessaro, Cattelan, Benetton, Paladin. All. Piovesan
ARBITRO: Mella di Rovigo
RETI: pt 39´ Furlan; st 18´ Cattelan, 40´ Paladin
NOTE: Ammoniti Volpin, Ballarin, Albanese, Furlan, Cittadini. Spettatori oltre 300 con folta rappresentanza di tifosi del Liapiave

"Se è un sogno, non svegliateci". Tutto si sarebbe potuto pensare alla vigilia di questo campionato, ma non di essere in questa fantastica situazione. 15 punti su 15, con la bellezza di 16 gol fatti e solo 2 subiti: i soli numeri bastano per spiegare il comportamento della squadra, sin qui impeccabile sotto tutti gli aspetti, da quello tecnico a quello tattico. Ciò che più balza all´occhio tuttavia, è lo spirito con cui l´intera rosa sta affrontando tutti gli appuntamenti, dalle partite agli allenamenti settimanali: la vera chiave di volta infatti pare essere proprio questa con tutti, ma proprio tutti i giocatori, pronti a sacrificarsi per i compagni, a fare la corsa in più, ad aiutarsi nei momenti di difficoltà. In poche parole, quello che sta nascendo è un gruppo vero e molto affiatato e questo è molto più importante del risultato domenicale fine a se stesso, che anzi, sembra in questo momento essere la logica conseguenza dell´ampia disponibilità che ognuno offre nei confronti di chi gli sta a fianco. Il merito va sicuramente suddiviso tra tutte le componenti, atleti, staff tecnico e società, che, ognuno per la propria parte, cerca di assolvere ai propri doveri senza interferire nell´operato altrui, un sistema più che corretto che dovrà portare tutto l´insieme ad affrontare i momenti magari meno positivi di quello attuale, sempre con l´affiatamento e l´entusiasmo palesato sino ad oggi.
Ora, l´errore più grande sarebbe quello di "staccare i piedi da terra", di pensare di esser diventati troppo bravi: per una squadra come la nostra, pur sempre dall´età media molto bassa, sarebbe l´inizio della fine. Per nostra fortuna, il derby con l´Opitergina arriva nel momento giusto, perchè una partita come questa non può farti staccare la spina, non può far calare la tensione, non deve far venir meno la concentrazione. E noi, per essere sempre al massimo livello della competitività, abbiamo bisogno che tutte queste componenti siano presenti al 110 per 100. Solo così infatti, non saremmo costretti a svegliarci bruscamente da questo sogno!

IL MATCH: In avvio, il Campodarsego sembra aver tutte le migliori intenzioni di riscattare un avvio di campionato un pò opaco, a dispetto delle immense potenzialità possedute, un exploit che dura tuttavia poco più di una decina di minuti e che va scemando dopo la buona opportunità da rete ciccata in area da Viola. Alla distanza esce così il Liapiave, che quando attacca fa paura e alla prima vera chance Cattelan, a coronamento di una splendida azione di rimessa, coglie in pieno la traversa con una bella conclusione mancina da appena dentro l´area. Il vantaggio mancato non assopisce la verve ospite, che anzi diviene sempre più intensa sino a culminare con la rete del vantaggio siglata da Igor Furlan, abile a sciropparsi 60 metri palla al piede sulla sua corsia e a sparare poi un diagonale dalla precisione chirurgica sul quale Nalesso nulla può.
Al riposo sull´1 a 0, in avvio di ripresa ci si attende la riscossa padovana ed invece dopo appena due giri di lancette è Paladin a cogliere la traversa di testa su azione d´angolo. Altro legno, altro gol, proprio come nel primo tempo. Corre il 19´ quando Cattelan supera di slancio due difensori e scavalca poi il portiere in uscita con un tocco morbido di esterno sinistro. E´ il gol che di fatto chiude il match, con i padroni di casa in tono dimesso e il Liapiave a controllare agevolemente la situazione. Prima del triplice fischio, c´è tuttavia tempo e spazio per il terzo gol ospite, propiziato da uno straordinario Francesco Bortot, abile ad anticipare il suo diretto avversario e a servire un delizioso assist a Paladin, altrettanto bravo a superare il portiere con un precissimo interno destro a fil di palo.
E´ l´epilogo di un´altra domenica felice, che deve comunque già essere archiviata, per cominciare con calma a pensare alla prossima!

Fonte: Ufficio stampa
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it