27 Gennaio 2021
News
percorso: Home > News > News Generiche

Un pari strameritato contro il Treviso!

15-02-2015 17:20 - News Generiche
LIAPIAVE - TREVISO 1-1

LIAPIAVE: Finotto, Polacco, Fiorotto, Gagno (st 35´ Pase), Cittadini, Tegon, Dal Mas (st 29´ Manzan), Pettenà, Bagnara (st 16´ Bortot), Benetton, Vettoretto. All. Piovesan
TREVISO: Franceschini, Fornasier, Pilotto, Orfino, Zamuner, Dal Compare (st 43´ Del Papa), Hysa (st 22´ Granati T), Stendardo, Livotto, Conte (st 25´ Amadio), Moresco. All. Rorato
ARBITRO: Arace di Lugo di Romagna
RETI: pt 35´ Conte (R); st 43´ Manzan
NOTE: Ammoniti Cittadini, Polacco, Pilotto, Fornasier. Calci d´angolo 9-8 per il Liapiave. Spettatori 500 circa

Non poteva scegliere giorno e momento della partita migliore per segnare il suo primo gol in Eccellenza ed è così che Fabio Manzan ha chiuso alla grande il suo personale weekend da favola, che lo ha portato ad essere decisivo sia al sabato, con la tripletta che ha indirizzato favorevolmente il match interno della juniores contro il Laguna di Venezia, che alla domenica, con il gol di rapina segnato in extremis che ha consentito al Liapiave di strappare un punto meritatissimo.
Già, meritatissimo: checché se ne dica, la squadra di Albino Piovesan, per il gioco prodotto, lo sforzo profuso e le occasioni create, questa gara avrebbe addirittura meritato di vincerla, di certo, per come si erano messe ormai le cose, questo punto rappresenta un patrimonio da tenere comunque stretto, soprattutto se commisurato ai risultati ottenuti in questa domenica, da tutte le dirette concorrenti.
Aldilà di tutto poi, quella del "Giol" è stata una bellissima giornata di sport, con gli spalti gremiti e colorati a festa a fungere da perfetta cornice di una gara in cui, tutti e 28 i giocatori che si sono alternati in campo, si sono letteralmente dannati l´anima pur di regalare al pubblico uno spettacolo veramente degno di questo nome.
LA PARTITA: La prima conclusione del match è ad opera di Stentardo, che dal limite costringe Finotto ad una parata plastica non propriamente agevole. La prima vera chance del match ce l´ha però il Liapiave, con il cross di Dal Mas a premiare sul palo lungo Bagnara, il cui destro a botta sicura trova però pronto Franceschini. Quattro minuti dopo è la volta di Vettoretto, il cui cross per Bagnara viene miracolosamente intercettato da Zamuner in scivolata, favorendo così il recupero in presa dell´estremo trevigiano. Alla mezzora a trovare un vantaggio decisamente a sorpresa è però il Treviso, con un rigore fischiato dall´arbitro per un tocco col braccio largo di Cittadini. Della trasformazione se ne incarica Conte, abile a spiazzare il portiere locale. La reazione del Liapiave è immediata e veemente e di occasioni nitide, prima dell´intervallo, la squadra di casa ne costruirà ben tre. La prima con Bagnara che, ben lanciato da Benetton lungo l´out di sinistra, affonda lo scatto fin nei pressi dell´area piccola, da dove fa partire una conclusione che finisce però alta sulla traversa. La seconda con Dal Mas, bravo a leggere il pasticcio combinato da Orfino e Franceschini, ma non a scaraventare dentro un pallone piuttosto comodo. La terza e ultima con un colpo di testa a botta sicura di Pettenà, ben ribattuto in corner dal portiere ospite.
Nella ripresa la prima occasione ce l´ha Stentardo, che si porta ad ampie falcate sino al limite per poi calciare alto sulla traversa. Un minuto dopo altra occasione Lia, con Benetton partito coi tempi giusti al limite del fuorigioco, a tentare un pallonetto mancino che finisce però la sua corsa a fondo campo.
Per tutto il resto della ripresa, è sempre la formazione di casa a dettare i tempi delle giocate, ma arrivare pericolosamente vicini alla porta diventa un´impresa sempre più ardua, a causa dello spezzettamento del gioco provocato dall´ostruzionismo di un Treviso, volto più che altro a cercare di far scorrere inesorabilmente il tempo. Una tattica che quasi riesce alla truppa di Rorato, quanto meno fino al minuto numero 43, allorquando una punizione morbida di Benetton viene raccolta da Fiorotto, il cui tiro a botta sicura incoccia contro la base del palo. L´azione prosegue poi con un pallone ributtato verso il centro dell´area da Tegon, sul quale Franceschini fallisce completamente la presa aerea favorendo il comodo tap in di Manzan, bravo a catapultarsi in area al posto giusto e al momento giusto.
I cinque minuti che restano da giocare sono letteralmente al cardiopalma e dapprima, ad andare vicinissimo al nuovo vantaggio è il Treviso, con un assolo di Amadio la cui conclusione da posizione molto favorevole viene miracolosamente deviata da Bortot contro la traversa, mentre poi, sul rovesciamento di fronte, a sfiorare il ribaltone è il Liapiave, con Manzan a recuperar palla in pressione e a smarcare poi Vettoretto, il cui tiro supera l´uscita di Franceschini, ma non il prodigioso recupero sulla linea bianca di porta da parte di Fornasier. Con buona pace di tutti, finisce così 1 a 1.

N.B. Sono on-line, sulla sezione fotogallery, le immagini più significative scattate dal nostro fotografo ufficiale Nico & Nico durante la gara.


Fonte: Ufficio Stampa
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it