27 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

Ecco come ci presenta FriuliGol.it in vista del match col Vesna!

02-02-2016 10:17 - News Generiche
Seconda in campionato e vincitrice per la seconda volta nella sua storia, della Coppa Italia in Veneto il Lia Piave di San Polo di Piave (TV) sara’ l’avversario assieme ai trentini della Virtus Bolzano, del Vesna nel triangolare che dara’ accesso ai quarti di finale della manifestazione. Trofeo, ricordiamo, che oltre a rappresentare un prestigioso traguardo, significa anche promozione in Serie D. I trevigiani hanno un precedente con le nostre regionali e guarda caso proprio con un’altra formazione giuliana, quel Muggia che riusci a batterli il 25 Marzo del 2009 per 1-0. Muggia che si fermo’ al turno successivo per mano del Cantu’.
Per tradizione le compagini venete rappresentano sempre un ostacolo arduo da superare e il Lia Piave appare squadra da prendere con le molle. Siamo andati a scomodare il direttore generale Thomas Padoan per farci il quadro del pensiero in casa veneta “ Intanto siamo arrivati fin qui centrando la nostra seconda Coppa Italia in regione dopo quella del 2008/2009 e per noi e’ un bel traguardo. Ora e’ chiaro che guardiamo con entusiasmo alla seconda fase con l’obiettivo di giocarci le nostre carte. E’ un triangolare molto equilibrato, basti pensare che la Virtus Bolzano e’ leader nel proprio campionato e possiede elementi con tarscorsi in categorie importanti e lo stesso Vesna, che abbiamo visto all’opera nella finale di Manzano e’ una formazione da rispettare con ottime individualità”.

Come state andando in campionato?
“ Al momento siamo secondi dietro la Vigontina, ma il girone Veneto e’ molto equilibrato con diverse squadre che possone rientrare nel giro promozione o play-off. Attualmente la capolista ha scavato un piccolo solco rispetto alle altre formazioni, ma mancano ancora molte gare e i giochi sono apertissimi. Noi non siamo in buon momento, nelle ultime tre gare abbamo racimolato soltanto un punto, allontanandoci dalla prima piazza, ma a mio avviso e’ dovuto ad un momento sfortunato dove gli episodi ci girano tutti a sfavore nonostante delle ottime prestazioni di squadra. “

Chi e’ il Vostro bombr principe in campionato?
“ Al momento e’ Federico Furlan , ex Tamai, con 6 reti.”

Mentre in Coppa?
“ In coppa comanda Benetton con 4 reti, seguito da Abazi con 3 e Furlan con 2. Con una segnatura ci sono Gagno, Dal Mas e Tegon”

Tra le vostre fila c’e’ anche un campione d’Italia dilettanti
“ Si Lauro Florean, campione d’Italia con il Pordenone due stagioni fa, che ora fa parte del nostro organico. Un giocatore dalle indubbie qualità, che gioca per la squadra, in molte delle nostre segnature c’e il suo zampino. Al momento e’ fermo a soli 4 gol, ma il lavoro che svolge per la squadra non ha valore .”

Quando si sapranno gli accoppiamenti e dove vorreste giocare la gara in trasferta?
“ Ho parlato con Roma e bisogna attendere fino al 7 Febbraio, termine ultimo per la comunicazione da parte dei Comitati Regionali della squadra rappresentante la propria regione. Il giorno 8 verranno effettuati i sorteggi. Una cosa che mi fa particolarmente arrabbiare, perche’ fino a 9 giorni prima della gara non sappiamo ancora dove andare e per i giocatori che devono chiedere permessi di lavoro, i tempi sono stretti e questo non e’ molto corretto. Una manifestazione del genere dovrebbe avere gia’ ben delineate date per permettere di organizzarci. Penso sia il problema anche di Vesna e Virtus Don Bosco. Noi preferiremmo evitare la trasferta in Trentino e giocare in casa del Vesna.”

Come gioca il Lia Piave
“ L’unica cosa certa e’ che giochiamo a calcio e pensiamo sempre di farlo nel miglior modo, consci che sia l’unico mezzo per guadagnarsi qualcosa e far divertire il nostro pubblico. C’e’ gia’ una moria di pubblico, bisogna cercare di mantenercelo stretto. L’unica cosa certa e’ che giochiamo a 4 in difesa, quello e’ il modulo voluto da mister Albino Piovesan, per il resto ci sono diverse soluzioni tattiche che variano in base alle caratteristiche dei giocatori che vengono impiegati. “

Voi avete un credo in fatto di allenatori?
“ Piu’ che un credo e’ un concetto in cui crediamo. L’attuale tecnico e’ alla quinta stagione con noi, ed e’ arrivato dopo Graziano Morandin che e’ stato il nostro tecnico per 6 anni. Diciamo che crediamo nella persona e nelle sue caratteristiche. Siamo una società che lavora sodo anche nel settore giovanile per far crescere i ragazzi e contiamo sulle capacità anche di allenatori esperti come Morandin e Piovesan per darci quell’eprienza e quella conoscenza che sono importanti per tutti i nostri allenatori. Quando un tecnico, oltre a far bene con la prima squadra si adopera per tutta la società sposando il nostro spirito, riteniamo che non vi siano motivazioni per dover cambiare. Abbiamo sempre portato avanti questa idea e vi rimaniamo fedeli.”

Credete nella Coppa Italia?
"Arrivati a questo punto e’ giusto crederci. La società ha sempre puntato a questa manifestazione, nonostante tutti all’inizio della stagione la snobbino, ma poi con il passare dei turni l’appetito vien mangiando e vincere aiuta a vincere. Anche noi quest’anno al primo turno nel quadrangolare iniziale abbiamo perso la prima gara e pensavamo di essere estromessi subito, poi invece alcuni risultati concomitanti ci hanno permesso di andare avanti e siamo arrivati a vincerla. Ora arrivati qui e’ giusto giocare per provarci, tanto che ho visto che rispetto agli altri anni, non ci sono tante formazioni di rango o meglio che hanno posizioni di alta classifica. Sara durissima per tutti, perche’ una volta potevi arrivare in finale e l’avversaria aveva magari gia’ vinto il proprio campionato e quindi bastava arrivarci per guadagnarsi la Serie D. Quest’anno non saraà cosi, almeno al momento. “

Chi teme del Vesna?
“Tutta la squadra, chiaro si fa’ un gran parlare di Colja, ma a me e’ piaciuto molto Disnan, che so pero’ sara’ squalificato per la prima gara. Ma ha delle ottime cartucce da sparare Sandrin, come Bozicic e Venturini e sicuramente un giocatore molto determinante e’ Potenza, che svolge un lavoro estenuante. Avere un 97 che segna come Colja non e’ facile da trovare, ma segna anche perche’ la squadra lo mette in condizione di farlo.”

E della Virtus Bolzano cosa conosce?
“Poco a dir la verita’ , so che sono l’unica formazione di Bolzano, nata in Agosto dalla fusione con il Bolzano e giocano in uno stadio come il “Druso” ricco di storia e di fascino. Il loro campionato e’ al momento in letargo e riprendere il prossimo 7 Febbraio e posseggono giocatori che hanno fatto categorie importanti come l’attacante Speziale ex Virtus Vecomp e Voghera, il compagno di reparto Ziviani, in C2 con il Mezzocorona. Il centrocampista Frendo ex Virtus Vecomp , il difensore Zentil ex Rodengo Saiano. So che dovranno saltare la prima gara per squalifica Laghi, Danieli e Blasbichler. Credo non sara una passeggiata ne per noi ne per il Vesna.” (Gianpaolo Leonardi)

Articolo tratto da www.friuligol.it

Fonte: Ufficio Stampa
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it