28 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

Finale amarissimo al "Primavera": un bravo comunque a tutti!

26-05-2013 12:52 - News Generiche
E´ vero, prima dell´inizio del torneo nessuno avrebbe scommesso un euro sulla possibilità di arrivare in finale ad un torneo così prestigioso ed il fatto di esserci riusciti non può che inorgoglire tutti: giocatori, staff e società.
E´ vero, i vincitori morali della finale siamo stati noi, perchè abbiamo fatto una grande partita, abbiamo creato un sacco di occasioni, siamo stati superiori al forte Vittorio in tutto e per tutto ed anche questo è un dato che non può che inorgoglire tutti: giocatori, staff e società (e mettiamoci dentro anche genitori e tifosi vari, che hanno sempre seguito in gran numero i ragazzi durante tutto il torneo e anche per tutto il resto dell´anno).
E´ anche vero però, scusatemi, che non ne va mai dritta una fino in fondo: stavolta, mai come stavolta, questi ragazzi, questo staff, questa società, questi genitori, si sarebbero meritati a pieno titolo un epilogo ben diverso, una soddisfazione che, per quanto platonica, avrebbe ripagato tutti dei tanti sforzi fatti durante la stagione per arrivare a fine anno con una squadra di questo tipo e cioè compatta, affamata, attaccata alla maglia, tenace, fisicamente al top, tatticamente ordinata e ben registrata e tecnicamente di buonissimo livello, al punto tale da arrivare sino in fondo ad una manifestazione in cui dietro a noi sono finiti squadroni dal calibro di Liventina, Careni, Sandonajesolo, Tamai, Nervesa e Conegliano. Ed invece? Niente da fare, neanche stavolta la dea bendata ha voluto strizzarci l´occhio, c´ha voltato le spalle non solo durante i rigori, che sono e sempre saranno una lotteria fratricida, ma anche durante la fase regolamentare, nella quale abbiamo giocato una gara pressochè perfetta, impreziosita da trame offensive di rilievo e da un ordine tattico in fase difensiva praticamente esemplare, come dimostrato dal fatto che noi di occasioni ne abbiamo avute almeno cinque e tutte di grande rilievo, mentre dall´altra parte, Alessio Dal Bo ha dovuto solamente sbrigare del semplice lavoro di ordinaria amministrazione. Detto tutto ciò, non ci resta altro che esprimere un sentimento di gratitudine nei confronti di questo gruppo, che ha legittimato al Torneo Primavera, un finale di stagione davvero da applausi, con il monito sincero di non abbattersi di fronte a sconfitte di questo tipo, ma di continuare a lavorare con la stessa tenacia palesata negli ultimi mesi, ben sapendo che prima o poi arriveranno quelle soddisfazioni che nel tempo questi ragazzi hanno dimostrato di meritarsi. Avanti così, avanti tutta e grazie ancora per le emozioni "marenesi"!!!
CENNI SULLA FINALE: In avvio di gara, sembra partire meglio il Vittorio, che prende in mano la situazione con il duo Tonon (che verrà eletto miglior giocatore della finale) - Guazzo in mezzo al campo e cerca di piazzarsi con continuità nella metà campo avversario. Sarà un fuoco di paglia: dal 10´ in avanti sarà un monologo del Liapiave, che ribalta con forza l´inerzia del match e comincia a creare occasioni in serie. La prima con Zefi, che ben innescato da un ispiratissimo El Bakhtaoui, tenta di superare Gottardi in diagonale, ma trova il felice sbarramento del portiere vittoriese. Pochi minuti e ancora Zefi dal limite prova il numero, con un destro morbido a scendere che costringe Gottardi a fare due passi indietro e a deviare la sfera con la mano di richiamo oltre la traversa. Sul corner susseguente è Bitri, completamente smarcato nel cuore dell´area, ad aprire il piattone e a sfiorare l´incrocio di una spanna. Il Liapiave non desiste e prima dell´intervallo costruisce l´azione più bella di tutta la partita: ancora El Bakhtaoui assiste Zefi, che prima incespica sul pallone, ma poi trova la lucidità necessaria per portarsi sul fondo e regalare un assist al bacio a Manzan, che con la porta spalancata dinnanzi a non più di due metri, calcia a botta sicura ma trova sulla sua strada l´unico difensore del Vittorio rimasto a protezione della rete, al quale riesce il miracolo di intercettare la sfera. Niente da fare. Si va al riposo sullo 0 a 0 e nella ripresa lo spartito non muterà di una virgola, anche se un Liapiave un pò stanco, per aver speso moltissimo nel corso del primo tempo, non riesce a confermare la stessa brillantezza offensiva. E sarà proprio grazie ad una "forza fresca" che i ragazzi di Mazzer torneranno a sfiorare il meritato gol del vantaggio in chiusura di match: Tonon, dopo aver superato di slancio un paio di avversari, calcia una bordata colossale dai 25 metri, che va letteralmente a sbattere contro la parte alta della traversa. Finisce così 0 a 0 e i rigori ci volteranno purtroppo le spalle. Ma questo, è oramai risaputo. L´ultima annotazione del torneo è un complimento che vogliamo esprimere ad Alessio Dal Bo, il quale ha ricevuto dal comitato organizzatore il premio come miglior portiere dell´intera manifestazione. Bravo Alessio, ma bravi tutti!

QUESTE LE PAROLE DI MISTER FABRIZIO MAZZER: Chi l´avrebbe mai detto? Arrivare in finale del prestigioso Torneo "Primavera" di Mareno di Piave lasciando alle spalle squadroni di settori giovanili qualificati come Liventinagorghense, Carenipievigina, Sandonajesolo, Conegliano, Tamai, Nervesa. Nessuno avrebbe fatto firma o avrebbe scommesso tale risultato all´inizio del torneo. Ma il calcio è bello proprio perché riserva sempre delle piacevoli sorprese ed è altrettanto spietato perché le sorprese a volte non rispecchiano quanto espresso sul campo. Giocare una finale in modo fantastico, un derby con l´acerrimo nemico vittoriose, una finale a detta di tutti, anche del mister avversario, meritata in modo netto ma poi persa alla lotteria dei rigori non è facile da accettare. Ma questo fa parte della regola delle competizioni sia nel mondo dello sport che della vita. Tuttavia mi sento di poter affermare senza dubbio alcuno che anche se abbiamo alzato la coppa del secondo posto, SIAMO E CI SENTIAMO I VINCITORI MORALI della trentottesima edizione del Torneo "Primavera" e questo non ce lo potrà togliere nessuno.
G R A Z I E E E E R A G A Z Z I per le splendide emozioni che avete saputo trasmettere alla Società Lia Piave, a tutti i suoi tifosi e a tutto il numeroso pubblico accorso in queste serate allo stadio comunale di Mareno.




Fonte: Ufficio Stampa
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it