27 Settembre 2021
News
percorso: Home > News > News Generiche

Finisce contro il forte Venezia l´avventura al "Gallego"

05-06-2015 10:33 - News Generiche
LIAPIAVE - UNIONE VENEZIA 2-5

LIAPIAVE: Tonello, Ndoja, Sossai, Bitri, Basei, Nadalin, Lorenzon, Cappellotto (17' st Pizzolato), Manzan, Daniotti (26' st Camerin), Zefi (28' st Catel). All. Piovesan
VENEZIA: Boaretto, Baldan, Manetti, Callegaro, Fabbri, Rossetti, Bonaldo (19' st Piccolo), Meite, Rode (26' Dortit), Marton (22' st Di Lalla), Panfilo (15' st Lovisotto). All. Rossi
ARBITRO: Piovesan di Treviso
RETI: 8'pt Marton, 12' pt Bonaldo, 22' pt Panfilo su rigore, 31' pt Zefi, 34' pt Basei, 5' st Bonaldo, 16' st Meite
NOTE: Serata afosa, temperatura di 30 gradi, terreno in ottime condizioni, spettatori 200 circa. Ammoniti: Callegaro, Fabbri

E' il "Chiaradia" di Cordignano a delineare il programma delle semifinali. Il poker del "Gallego" è completato dall' Unione Venezia che ha straripato nel confronto con il Lia Piave. Sollecitati dalle accelerazioni di Meite, gli arancio-nero-verde sciupati un paio di corner, al 5' cominciano a inquadrare l'area di porta con un'incursione della mezzala che da posizione angolata indugia al tiro e conclude sull'esterno della rete. E' un Unione Venezia che macina chilometri e lavora di forza con il dinamismo esercitato da Callegaro e Meite molto rapidi nell' accorciarle distanze sul trio d'attacco e proporsi in sovrapposizione. Con il baricentro molto alto l'Unione nelle retrovie concede qualche occasione e al 7' sull'aggiramento portato da Lorenzon, il cross dell'ala trevigiana è deviato al volo di interno piede da Rossetti verso i pali con Boaretto che si allunga sul palo e rimedia all'avventato retropassaggio del compagno di reparto. Al'8' il Venezia passa: Bonaldo dalla trequarti verticalizza il cuoio per l'entrata di Marton che di esterno destro scavalca l'avanzato Tonello. Forza il pressing la formazione di "Mau" Rossi che al 12' fa il bis con il suggerimento (lob) di Callegato per l'isolato Bonaldo freddo nell'infilare da pochi passi Tonello. E' un doppio svantaggio che non scoraggia il "Lia". Ma nella difesa trevigiana affiorano troppe lacune nel seguire l'entrata dei median, nei raddoppi al limite dei sedici metri e nello stringere le maglie nell'uno contro uno. Al 21' l' Unione torna a fare capolino in area con l'imprendibile gazzella Meite, steso in area di rigore al momento del tiro. Il penalty assegnato da Piovesan è sacrosanto e Panfilo lo trasforma di interno destro alle spalle di Tonello. Nel finale di tempo è il Lia Piave a prendere campo. Al 31' i ragazzi di Piovesan riducono il gap con una correzione da sotto di Zefi lasciato libero su secondo palo. Al 33' è ancora Lorenzon a creare a superiorità sulla corsia di sinistra: il centro forte e teso trova il piede di Fabbri che spedisce il pallone a fondo campo rischiando l'autogol. 1' dopo matura il bis sanpolese. 34': sugli sviluppi di un calcio dalla bandierina la traiettoria scavalca la difesa veneziana che nella circostanza s'appisola, sul palo lungo sbuca Basei che di piatto insacca il pallone nella rete e riapre a gara. Il secondo tempo si apre con l'ennesima sbavatura difensiva del "Lia" e al 5' è ancora Bonaldo in torsione da dentro l'area a indovinare lo spiraglio buono: il pallone calciato nella mischia prende un effetto a salire e entra all'incrocio. Il "Lia" accusa il colpo e smarrisce l'entusiasmo. Al 16' è Meite a firmare la cinquina. Il finale di gara offre ancora un paio di emozioni finalizzate a fondo campo.

(Articolo tratto dal sito www.venetogol.it)

Fonte: VenetoGol.it
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it