22 Ottobre 2021
News
percorso: Home > News > News Generiche

Giustizia è fatta: espugnato l´Opitergium!

27-02-2012 10:49 - News Generiche
Albi Abazi, il migliore tra i suoi
OPITERGINA - LIAPIAVE 0-1

OPITERGINA: De Biasi, Bettiol, Fantin (st 31´ Ekwalla), Pasian, Grava (st 22´ Biundo), Vianello, Arnoldo (st 40´ Borga), Bertagno, Araboni, De Cecco, Martina. All. Andretta
LIAPIAVE: Niero, Bortot, Furlan, Albanese, Cittadini, Pase (st 16´ Cagnato), Abazi, Tessaro, Cattelan, Benetton, Paladin. All. Piovesan
ARBITRO: Rotolo di Palermo
RETE: pt 37´ Cittadini
NOTE: Ammoniti Albanese, Cittadini, Cattelan, Bettiol, Bertagno, Martina. Spettatori 500 circa con larga rappresentanza ospite.

Vi ricordate cosa scrissi nell´articolo di presentazione? Per vincere queste partite ci vogliono cuore e grande spirito di appartenenza. Detto e fatto. La differenza tra noi e loro ieri è stata proprio questa: Opitergina bella nel fraseggio, meritevole forse anche di qualcosa in più sul piano del risultato, noi undici leoni assatanati, alla ricerca di una vittoria che cancellasse l´onta delle due pesanti sconfitte patite lo scorso autunno nei due scontri diretti e che desse alla resa dei conti ulteriore slancio alla nostra già splendida classifica. Tanto basta. Sul piano del gioco e della qualità di manovra ieri non siamo stati probabilmente brillantissimi, a giocare un brutto scherzo in questa chiave è stata anche la grande tensione che ha accompagnato la squadra verso questo appuntamento, come detto prima tuttavia, ci sono partite in cui la sola presa di coscienza del fatto di avere una giornata non propriamente straordinaria, può diventare l´autentica arma in più ed infatti a fare la differenza ieri è stato proprio il grande spirito d´unione e di collaborazione che i giocatori hanno buttato sul terreno di gioco, palesando una voglia di vincere davvero senza precedenti. E poi, a conti fatti, ad avere le occasioni da gol più ghiotte siamo paradossalmente stati noi, segno che dinnanzi al gran possesso avversario, in difesa siamo stati pressochè perfetti e poi, in fase di ripartenza, anche se con poca continuità, siamo sempre riusciti a dare filo da torcere a Pasian e soci. Bene così dunque, i tre punti conquistati ieri hanno un´importanza capitale e l´auspicio è quello che possano conferire un grande slancio morale alla squadra, affinchè si riesca a chiudere in maniera più che degna questo fantastico campionato.
LA GARA: In avvio balza subito all´occhio la notevole differenza d´età che c´è tra le due squadre (noi poco più di 22 anni di media, loro quasi 27) ed infatti è il Liapiave a partire in maniera più sbarazzina con due ottime opportunità a cavallo del 10´ capitate entrambe a Benetton, che non vanno a buon fine per questione di centimetri. Passata indenne la sfuriata iniziale, l´Opitergina comincia pian piano a guadagnare metri e a prendere stabilmente in mano il possesso della sfera. Un volume di gioco che da origine in realtà solamente ad una quantità industriale di calci d´angolo, ma che non arrecano mai troppi fastidi alla difesa ospite ben governata tra i pali da Francesco Niero. Per sbloccare un simil scenario così intricato, come al solito ci vuole la giocata di un singolo o un calcio piazzato ben architettato, cosa che puntuale si verifica sul finale del primo tempo, con una splendida parabola mancina dal corner di Benetton e un imperioso stacco aereo di Cittadini, che anticipa De Biasi e insacca il pallone sul palo più lontano. E´ l´apoteosi, con l´abbraccio simbolico tra i tanti tifosi del Liapiave giunti a Oderzo e gli stessi giocatori che da questa scossa traggono un´ulteriore spinta per affrontare la ripresa con ancora maggiore gagliardia.
Un secondo tempo in cui a mantenere stabilmente il possesso è sempre la squadra di casa, incapace tuttavia di sfondare il muro eretto dinnanzi a Niero. Muro che rischia di crollare solamente una volta, allorquando sul lanciato Araboni, il neo portiere del Liapiave si erge a protagonista con un´uscita a valanga fondamentale per evitare il peggio. Per il resto grandi schermaglie da una parte e dall´altra, con i padroni di casa a provarci il più delle volte da lontano, grazie soprattutto alla particolare vena di Martina (il migliore tra i suoi) e gli ospiti ad agire esclusivamente di rimessa, sfiorando il raddoppio dapprima con una bella punizione dai 25 metri di Benetton e poi con un diagonale di Cattelan sul quale è stato bravo De Biasi a ribattere. Finisce così in tripudio per il Liapiave, che col cuore e l´orgoglio è riuscito nell´impresa di vincere questo derby, in maniera, diciamolo pure, meritata. Checche ne possa dire o pensare la gente!!!

Fonte: Ufficio stampa
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it