28 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

Grande vittoria a Istrana!

03-02-2013 19:26 - News Generiche
Primo gol in Prima squadra per Riccardo Bozzetto
ISTRANA - LIAPIAVE 0-3

ISTRANA: Berti, Riello, Fiorotto, Niero, Ardenghi (st 32´ Renaldini), Gallina, Stecca (st 32´ Marchesan), Bonaldo, Zanatta, Doria, Mattiuzzo (pt 29´ Dartora). All. Fabbian
LIAPIAVE: Schincariol, Bozzetto, Furlan, Gagno (st 19´ Menegaldo), Bortot, Marcuzzo, Pase, Tessaro (st 31´ Tonetto), Cattelan, Benetton, Paladin (st 24´ Abazi). All. Piovesan
ARBITRO: Bellinato di Castelfranco V.to
RETI: pt 8´ Benetton, 37´ Paladin; st 42´ Bozzetto
NOTE: Ammoniti Bozzetto, Pase, Tessaro, Bonaldo, Doria, Ardenghi, Stecca, Gallina. Spettatori 200 circa con larga rappresentanza ospite.

Scintillante exploit del Liapiave, che espugna con grosso merito il difficile campo di Istrana, regalandosi una giornata da incorniciare, utile per rimpolpare la graduatoria, ma utile soprattutto per provare a dare il là ad un campionato diverso da quello condotto sino ad oggi, più in linea con le effettive potenzialità vantate da tutti i giocatori inseriti nella rosa. Il merito del rotondo successo di oggi, va infatti equamente spartito tra tutti coloro che hanno messo il piede in campo, da chi ha cominciato dall´inizio a chi è entrato in corsa, a riprova dell´elevato tasso di concentrazione con cui l´intera rosa ha affrontato questo tipo di impegno. Una concentrazione che dovrà continuare a restare estremamente elevata anche nelle prossime gare, a cominciare da quella, insidiosissima, di domenica prossima in casa col Concordia, una formazione largamente battuta all´andata, ma che rievoca al tempo stesso ricordi malandrini, legati al clamoroso tonfo subìto in Coppa Italia a Ormelle nel pre-campionato.
Tornando al successo di Istrana, sin dalle prime battute la nostra squadra dimostra di essere più che mai sul pezzo ed infatti alla prima vera occasione passa immediatamente in vantaggio: sul vertice sinistro dell´area, Paladin crede in un pallone apparentemente perduto, lo recupera, evita in bello stile il suo diretto avversario e poi disegna una parabola sul secondo palo, laddove Benetton aggancia, con un movimento fulmineo si libera del difensore e spara poi con il destro da posizione quasi impossibile un pallone che va a togliere le regnatele dall´incrocio opposto. Mutato il risultato, ci si attende una reazione corposa da parte dei gialloblu di Fabbian, che provano ad alzare il baricentro, ma incocciano spesso e volentieri sulla nostra retroguardia, ben registrata a protezione dei propri 16 metri. Di occasione, i padroni di casa, ne avrebbero una con Doria, ma il suo destro dal limite sibila out di poco. La vera grande opportunità per agganciare il pari, l´Istrana ce l´ha al 40´ con Niero, che in percussione centrale chiama Schincariol ad un prodigioso intervento d´istinto. Sul corner immediatamente successivo, la ripartenza del Liapiave è però devastante. In tutti i sensi. Dal limite della propria area, ripartono a braccetto e a tutta velocità Benetton e Paladin, con il primo a vestire i panni del rifinitore, con un pallone messo in profondità col contagiri e il secondo quelli del cecchino, con un preciso destro in anticipo sulla disperata uscita a valanga di Berti. 2 a 0! Prima dell´intervallo, altro tentativo di Doria da lontano, che Schincariol alza in angolo con la punta delle dita. Il primo tempo va così in archivio con un doppio vantaggio esterno, forse un pizzico esagerato per quanto espresso sin lì dal match, ma è nella ripresa che il Lia confeziona il proprio capolavoro. Su un campo pesante, complice la tanta pioggia riversatasi sul campo il giorno prima, la squadra di Piovesan comincia a poco a poco a dimostrarsi nettamente superiore sotto tutti gli aspetti, da quello del gioco, a quello tattico, per finire a quello fisico, con i nostri giocatori a imperversare sino al 48´, a fronte di un avversario sicuramente colpito nel morale, ma apparso un pizzico in difficoltà anche sul piano della condizione generale. Ed è così che Schincariol nel corso della ripresa non ha dovuto far altro che ordinaria amministrazione, ammirando invece davanti a sè una lunga serie di palle gol con Gagno, Cattelan, Bortot che non hanno trovato compimento, sin quando a 3´ dalla fine, non ha deciso di ritagliarsi il suo momento di gloria Riccardo Bozzetto che, recuperata palla all´altezza della zona nevralgica, si è lanciato in una propulsione solitaria che lo ha condotto sino al limite, da dove, con il proprio piede meno congeniale (il sinistro), ha fatto partire una conclusione non proprio mirabolante, ma sufficiente per superare il portiere istranese Berti, che non ha potuto far altro che raccogliere la sfera in fondo al sacco. Finisce così 3 a 0 una giornata pressochè perfetta, utile anche per cancellare il boccone amaro dell´andata, allorquando, tanto per far capire, la nostra prestazione fu probabilmente ancora migliore, ma ce ne tornammo a casa con le pive nel sacco. Stavolta invece non c´è spazio per la recriminazione, ma solo per la gioia!

Fonte: Ufficio Stampa
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it