30 Novembre 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

L´Edo si conferma la nostra "bestia nera"

12-03-2012 10:49 - News Generiche
Francesco Bortot, suo il gol dell´illusorio vantaggio
EDO MESTRE - LIAPIAVE 2-1

EDO MESTRE: Ziliotto, Tagliapietra, Zuin, Lorenzatti, Toso, Tegon, Moretto (46´s.t. Cominotto), Pescara, Baldrocco (37´s.t. Brunetta), Pasquali (43´s.t. Pitteri), Ballarin. All. Susic
LIAPIAVE: Niero, Bortot, Furlan, Albanese, Cittadini, Pase, Abazi (38´s.t. Baccichetto), Tessaro (33´ s.t. Tonetto), Cattelan, Benetton, Paladin. All. Piovesan.
ARBITRO: Rasia di Bassano del Grappa
RETI: pt 15´ Bortot; 16´ Moretto; st 26´ Moretto;
NOTE: Ammoniti: Pescara, Pasquali, Paladin, Cattelan, Lorenzatti, Tessaro, Ziliotto; espulso per doppia ammonizione al 34´s.t. Pescara; Spettatori 200 circa. Terreno di gioco in pessime condizioni

Quattro su quattro. L´Edo Mestre conferma il proprio status di nostra autentica bestia nera stagionale, infliggendoci la quarta sconfitta su quattro partite giocate tra Prima squadra e juniores. Un risultato forse un pò bugiardo, per quanto espresso dal terreno di gioco (anche se parlare di terreno di gioco ci risulta un pò difficile, ma ci sembra tanto inutile quanto stucchevole aprire questo capitolo, soprattutto dopo aver perso), con le due squadre che si sono tutto sommato equivalse sia sul piano del gioco che delle occasioni da gol, tuttavia ad avere la meglio è stata la formazione di casa, che ha avuto forse il merito di palesare un pizzico di gagliardia e di voglia di vincere in più rispetto a noi. Un vero peccato, innanzitutto perchè per la prima volta in stagione incassiamo due sconfitte di fila e poi perchè, visto il risultato del Ripa, ci siamo lasciati sfuggire la ghiottissima opportunità di accorciare le distanze dal secondo posto.
Nulla è perduto, sia chiaro, mancano infatti ancora otto partite dalla fine del torneo, l´impressione è comunque quella che con lo spirito di Oderzo si possa ancora chiedere qualcosa a questo campionato, altrimenti lo scorcio che ci divide dall´attuale momento al 6 di maggio (data di chiusura) diverrà una specie di traghettamento senza grandissimi sussulti.



Fonte: Ufficio stampa
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it