21 Gennaio 2021
News
percorso: Home > News > News Generiche

La juniores cede in maniera rocambolesca

05-04-2012 23:12 - News Generiche
Willy, autore del momentaneo 3 a 3
LIAPIAVE - ARDITA QDP 3-4

LIAPIAVE: Cettolin, Baldissin, De Nadai, Pase, Ghirardo (st 1´ Corocher M), Mattiuzzo, Abazi, Malaj, Corocher D (st 10´ Meremikwu), Martina, Baccichetto. All. Bressaglia
ARDITA QDP: Collet, Gilde, Bazzichetto (st 35´ Andreola), Pasin, Mognon, Mondin, Pincin (st 24´ Da Riva), Dall´Arche, Vettoretti (st 45´ Sardo), Niakhasso, Persico (st 37´ Bottega). All. Dorigo
ARBITRO: Krajnic di Conegliano
RETI: pt 2´ Persico, 7´ e 21´ Pase, 37´ Mognon, 40´ Niakhasso; st 28´ Meremikwu, 44´ Bottega
NOTE: Ammoniti Malaj, Bazzichetto, Mognon. Terreno in ottime condizioni nonostante l´abbondante pioggia caduta nella mattinata

Che amarezza! Sarà perchè, quando sei abituato a vincere sempre (e ultimamente stava in effetti accadendo), non riesci ad accettare l´idea che si possa anche perdere. Sarà per come questa sconfitta è effettivamente maturata, dopo cioè, aver letteralmente dominato un primo tempo in cui tante, troppe volte è stata sciupata la palla del 3 a 1 e dopo essere riusciti nella ripresa, con il cuore e con la ragione, a strappare un 3 a 3 che forse, alla resa dei conti, sarebbe anche stato il risultato più giusto. Ed invece niente da fare, la dea bendata ha voluto per forza strizzare l´occhiolino ad un´Ardita, più di nome che di fatto, che ha avuto la fortuna e la capacità di farsi trovare al posto giusto nel momento giusto, soprattutto in occasione dei calci piazzati, ottenendo così un successo che mette definitivamente in salvo la compagine di Dorigo e scompagina un pò le carte in chiave salvezza in casa Liapiave, complici anche gli sfavorevoli risultati di giornata provenienti dagli altri campi.
Di buono da questo derby, resta comunque la prestazione, addirittura stellare per lunghi tratti del primo tempo, coscienziosa e lineare per il resto dell´incontro, con le uniche differenze rispetto alle ultime gare, rappresentate da una struttura difensiva generale un pò meno solida e da un´incapacità a trasformare in gol le tante occasioni create, soprattutto nella prima parte di gara in cui, come detto prima, siamo stati molto belli da vedere. Di certo c´è la conferma di una squadra che una volta ancora ha dimostrato di star bene di testa e di gambe e questo non può non far ben sperare in vista delle ultime quattro partite che ci dividono dalla fine del torneo.
LA GARA: Pronti e via ed è subito un tourbillon di emozioni. Già al 2´ l´Ardita passa con un gol di testa su azione d´angolo. La reazione dei locali è veemente e il punto del pari arriva ben presto, con una capocciata di Pase, bravo a deviare di giustezza la punizione battuta da Martina dalla trequarti. I ragazzi di Bressaglia continuano a giocare in maniera travolgente e pochi istanti dopo è Baccichetto a trovare sulla sua strada il palo. Poco male, il vantaggio giunge puntuale al 21´ ancora con un devastante Pase, che recupera palla in pressione alta, scambia sullo stretto con Abazi ed esplode poi un destro al fulmicotone che piega le mani a Collet. Non sazio, il Liapiave continua a premere e Corocher prima e Abazi poi hanno sul destro il match ball, che falliscono a tu per tu con l´estremo avversario per questione di centimetri. Ed è così che anche a Ormelle matura la classica legge del calcio, gol sbagliato, gol subìto, solo che il prezzo che dobbiamo pagare noi è sin troppo salato, se è vero com´è vero che l´Ardita riesce ad andare al riposo addirittura in vantaggio per 3 a 2, con due reti segnate nel breve volgere di 3´ da Mognon e Niakhasso. Un risultato penalizzante che taglierebbe le gambe a qualsiasi squadra ed invece la squadra di Bressaglia, riesce comunque a trovare la forza per agganciare il pari su perfetta azione di rimessa avviata da Martina, ben rifinita da Baccichetto e finalizzata di giustezza da Meremikwu. Il 3 a 3 sembra ormai scritto ed invece in chiusura da una punizione respinta sul palo da Cettolin, arriva il tap in vincente di Bottega che manda in paradiso l´Ardita e getta nello sconforto più totale il Liapiave.
Nella cronaca dell´incontro abbiamo omesso volutamente l´espulsione non comminata dall´arbitro ai danni di Bazzichetto già al minuto numero 10 del primo tempo (che avrebbe potuto essere in effetti determinante), perchè il vittimismo non fa parte del nostro modo di pensare e comunque non ha il potere di mutare il punteggio finale, tuttavia lo riportiamo per far capire ai componenti della panchina ospite il perchè delle nostre reazioni di fronte al continuo e fastidioso ronzio durato tutta la gara nei confronti dell´arbitro e delle sue decisioni. In poche parole, se sai di esser già stato graziato, abbi almeno il buon senso di non continuare a parlare, quanto meno per rispetto nei confronti del tuo avversario. Punto!

Fonte: Ufficio Stampa
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it