31 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

Torneo delle regioni: eliminati sia Allievi che Juniores

05-04-2012 20:29 - News Generiche
Con grande amarezza, se ne ritornano mestamente a casa dopo il primo turno eliminatorio, sia la Juniores che gli Allievi. Se per la formazione minore (quella in cui ha militato Riccardo Bozzetto), l´eliminazione erà già cosa certa dopo la prima tornata di gare, lo stesso non si può invece dire per la compagine allenata dal ct Fabrizio Toniutto, che per passare il turno, avrebbe dovuto vincere la sua gara contro l´Umbria e sperare che Abruzzo e Calabria chiudessero il proprio incontro sul risultato di parità. Ebbene, quest´ultima gara si è effettivamente chiusa in pareggio (0 a 0), ma la nostra rappresentativa juniores non ha saputo sfruttare questo assist al bacio proveniente dall´altro campo, perdendo il proprio incontro con gli umbri e favorendo così la promozione al turno successivo proprio dell´Umbria. Aldilà dei risultati sportivi, sempre importanti in questo tipo di competizioni, a Paladin e Bozzetto resterà comunque la bella esperienza vissuta lontano da casa per qualche giorno, utile per stringere legami con compagni nuovi e per aumentare in chiave futura il proprio bagaglio d´esperienza.
Di seguito riportiamo il tabellino e il relativo commento di entrambe le gare giocate ieri, come sempre, tratte dal sito ufficiale della manifestazione.

JUNIORES: UMBRIA - VENETO 1-0

MARCATORI Kola 31´ pt (U)
UMBRIA Marinacci 7.5; Popica 6.5, Morbidini 5.5, Nonni 6.5, Di Meo 7; Mengoni 6.5 (9´ st Pace 6.5), Mariani 6.5, Piantoni 6.5, Pastecchia 6.5(16´ st Giorgioni); Tardetti 6 (1´ st Galli 6), Kola 7.5(40´ st Agoumi sv) PANCHINA Riccardo, Avellini, Calcagni, Menculini, Russo ALLENATORE Mancini
VENETO Pettenò 6; Irprati 5.5 (1´ st Ponik 5.5), Morosin 6, Calcagnotto 6.5, Salvadori 6.5; Chinellato 6.5, Nicolis 6, Scarabel 6 (34´ st Loss sv), Tavernaro 6.5; Marchesan 5.5, Paladin 5.5(7´ st Dal Monte5.5); PANCHINA Freschi, Maita, Mballoma, Pilotti, Silvestrin, Trentin ALLENATORE Toniutto
NOTE Espulso Morbidini al 46´ pt per fallo da ultimo uomo. Al 46´ Marinacci para un rigore Ammoniti Giorgioni, Mengoni, Popica, Nicolis Fuorigioco 3-4 Angoli 2-2 Rec. 1´ pt, 4´ st
SCANZANO JONICO - Partitissima dai destini incrociati qui al Comunale delle Vittorie, con l´Umbria in campo per vincere con gli occhi puntati sul live match, il Tutto il calcio minuto per minuto di una volta, per seguire in contemporanea la partita dell´Abruzzo. Il pronostico dice Abruzzo, in campo contro una Calabria già fuori, mentre gli osci affrontano un Veneto che con una vittoria potrebbe ancora sperare. E al termine di 90 minuti di sofferenza, dopo un tempo intero giocato caparbiamente in dieci uomini è proprio la selezione osca del ct Mancini che la spunta meritatamente. I primi minuti vedono il Veneto con il piede sull´acceleratore, anche se l´occasione migliore capita sui piedi di Kola chiuso provvidenzialmente in angolo dalla difesa. Al 30´ i veneti sfiorano il vantaggio al termine di una ripartenza micidiale sull´asse Tavernaro-Chinellato che serve Irprati in area, il laterale manca però l´aggancio a tu per tu con Marinacci. Ribaltamento di fronte e osci rapidissimi con Mengoni bravissimo a servire Kolas all´altezza della lunetta, la forte punta di origini albanesi entra elegantemente in area e infila Pettenò di precisione. Minuto 31, l´Umbria passa in vantaggio: è la rete che deciderà la partita. Il Veneto non ci sta, rischia l´autorete con un pasticcio di Salvadori che Calcagnotto salva sulla linea e si butta in avanti per recuperare il risultato confezionando sul finire di tempo una ghiotta occasione: buco difensivo con Marchesan solo lanciato a rete, Morbidini non può far altro che stenderlo. Rigore sacrosanto e rosso diretto per il difensore osco. Sembra crollare il mondo addosso alla selezione umbra, sul dischetto va Irprati che angola bene ma Marinacci compie il miracolo distendendosi alla sua destra e mandando in angolo. Nella ripresa il Veneto attacca a testa bassa provando ad aprire la difesa umbra allargando il gioco sulle fasce, ne escono fuori una infinità di palloni giocati al centro che le punte del ct Toniutto non riescono a sfruttare, arginati dall´arcigna difesa umbra. Unica occasione davvero pericolosa un´insidiosa punizione di Nicolis che Marinacci devia in angolo. Sembra una battaglia, gli osci son costretti giocoforza a chiudersi ma ribattono colpo su colpo creando anche le occasioni più pericolose, sempre con Kolas che fa reparto d solo: corre, recupera palloni, fa da sponda per i compagni e al 28´ st spreca anche una buona palla goal. Ma il vento oggi tira verso l´Umbria e non ci sarà tempo per rimpiangere nulla: sofferenza fino alla fine e risultato blindato, i ragazzi di Mancini fanno un grande regalo al proprio mister, 59 anni ieri, conquistando una meritatissima semifinale.

ALLIEVI: UMBRIA - VENETO 1-1

MARCATORI: 36´ pt Cappini, 41´ pt Pertile.
UMBRIA: Speziali 6; Santini 6 (30´ st Silvestri sv), Tavernelli 6,5 (6´ st Baldelli), Silvestrini 6,5, Volpi 6; Carletti 6 (36´ pt Plaku 6,5 (13´ st Mrvoljak 6), Milletti 6 (27´ st Scarabattoli 6), Valentini 6, Canestri 6 (13´ st Lanzi 6); Bagnoli 6, Cappini 6,5. PANCHINA: Ranieri, Dodaj, Malatesta Pierleoni. ALLENATORE: Garofanini.
VENETO: Scomparin 6 (1´ st Piovesan 6); Bozzetto 6 (20´ st Riello 6), Castellone 6,5, Lovato 6,5 (9´ st De Vido 6), Barichello 6 (23´ st Fongaro 6); Pellizzer 6 (23´ st Mustafaj 6), Giacomazzi 6, Iobbi 6, Magoni 6 (15´ st Tiozzo 6); Petrovic 6, Pertile 6,5 (6´ st Soave 6). PANCHINA: Gomiero, Visentin. ALLENATORE: Bedin.
ARBITRO: Santochirico di Bernalda.
NOTE: Ammoniti: Volpi (U); Giacomazzi e Soave (V). Fuorigioco: 1-0 per il Veneto. Angoli: 2-1 per l´Umbria. Recupero: pt 2´; st 3´.
SALANDRA - Risultato identico alla gara precedente. Umbria e Veneto sempre 1-1 sia nei Giovanissimi che negli Allievi. In questa categoria le due compagini hanno giocato senza verve e senza voglia di vincere, condizionato dal fatto, che la classifica li vedeva prima della gara fuori dalla manifestazione. Seguire la partita per noi della carta stampata è stata una vera impresa perchè la fitta nebbia ha reso quasi impossibile la vista per prendere nota di quel che succedeva in campo. Difatti sia questo incontro che quello precedente erano a forte rischio di un rinvio della gara al pomeriggio in altre sedi. Per la categoria Allievi si era già pensato Potenza, mentre per quella dei Giovanissimi era stato indicato a Scanzano, poi però la nebbia si è diradata nel primo mtach e consentito - anche se in ritardo - di iniziare e finire la partita. Nebbia che si è fatta corposa nella seconda gara del giorno e regina indiscussa della sfida tra Umbria e Veneto. Occasioni non ne abbiamo registrate sui nostri appunti se non le reti che hanno deciso il confronto negli ultimi cinque minuti della prima frazione di gioco. Ad andare in vantaggio sono stati gli umbri al 36´ con Cappini che colloca sottomisura la sfera in fondo al sacco su cross dalla corsia mancina di Plaku. Il pareggio dei veneti è arrivato dopo 300" con Petrile che di testa su cross di Lovato incorna alle spalle di Speziali. Nella seconda frazione di gioco il partixolare da annotare è il grave infortunio di Canestri che ha riportato una distorsione al ginocchio e trasportato prontamente in ospedale dal 118 di Ferrandina intervenuta tempestivamente al momento in cui il giocatore umbro ha subito il danno. Per il resto le azioni sono scarseggiate perchè i difensori centrali di ambo le compagini sono stati attenti a non far penetrare gli attaccanti alla ricerca del gol. Umbria e Veneto al triplice fischio finale chiudono definitivamente il torneo e si danno appuntamento al prossimo anno per cercare di vincerlo.


Fonte: Ufficio stampa
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it