02 Dicembre 2020
Le interviste

Liapiave irrompe al secondo posto e ora mette nel mirino la capolista

Interviste
19-01-2012 - Intervista a Albino Piovesan
Dal pareggio dell´andata alla vittoria di domenica, nella prima di ritorno espugnando il «Barison» di Vittorio Veneto, per il Liapiave balzato al secondo posto solitario del girone B dell´Eccellenza. Alle spalle, la squadra di Albino Piovesan si è lasciata il Ripa e l´Istrana, entrambe sconfitte in casa.
Piovesan, avete iniziato nel migliore dei modi il ritorno.
«Sono contentissimo poiché, dopo aver concluso l´andata vittoriosi, iniziare allo stesso modo il ritorno era la cosa migliore visto il timore per l´avversario e per il fatto delle assenze nelle nostre file con lo squalificato Furlan, l´infortunato Cagnato e Calzavara operato al menisco».
Non era quindi una trasferta facile.
«Certamente no anche perché il Vittorio è squadra fisica e tecnica con giocatori di qualità. Ci abbiamo messo tanto impegno, siamo stati bravi a trovare lo stimolo giusto, per lunghi tratti della partita abbiamo avuto la giusta intensità».
Un Liapiave maturo?
«Ormai sì, ne abbiamo dato prova con i nostri giovani e di questo sono contento. Ma ogni gara ha la sua storia e bisogna ora continuare. La prestazione è stata positiva ma tante altre ci attendono».
Salgono Opitergina e Ardita.
«Come previsto, non si discute la validità delle due trevigiane. L´Opitergina poi ci ha fatto il favore di bloccare il Ripa».
Che ospitate domenica.
«Infatti dopo la prova di maturità di Vittorio Veneto bisogna dare seguito. Il Ripa è squadra che fa calcio e si è notevolmente rinforzata, sta puntando in alto e in squadra ha degli ex. Puntano a fare punti e noi dobbiamo dimostrare in questo scontro diretto di essere altrettanto bravi».
Hanno rallentato Istrana e Ponzano.
«Una dimostrazione di quanto sia combattuto il campionato, quindi la sconfitta dell´Istrana con l´Edo Mestre non deve sorprendere come il fatto che all´andata a vincere a Mestre fossero stati i trevigiani. Il Ponzano va a passi lenti ma ora è migliorato dietro e non subisce, ora deve migliorare in zona gol».

Articolo tratto dal Gazzettino di mercoledì 18 gennaio 2012

scritto da Il Gazzettino
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it