17 Giugno 2021
News
percorso: Home > News > News Generiche

Non basta un´ottima gara per strappare punti alla capolista

03-03-2014 00:18 - News Generiche
UNION PRO - LIAPIAVE 2-1

UNION PRO: Noè, Teso, Franceschinis, Luise, Franchetto, Stradiotto, Fuxa, Orlandi (st 18´ Basso), Nobile, Comin (st 43´ Baratella), Ella (st 38´ Carniato). All. Feltrin
LIAPIAVE: Finotto, Bortot, Fiorotto, Pase, Cittadini, Tegon, Mattiuzzo (st 43´ Menegaldo), Vettoretto (st 39´ Tormen), Lopez, Benetton, Abazi (st 19´ Bozzetto). All. Piovesan
ARBITRO: Modesto di Treviso
RETI: pt 31´ Franceschinis (R); st 16´ Benetton, 42´ Basso.
NOTE: Espulso al pt 30´ Cittadini per doppia ammonizione. Ammoniti Comin, Orlandi, Fuxa, Luise, Franchetto, Mattiuzzo, Vettoretto. Spettatori 250 circa

Siamo alle solite. Elogi, complimenti, pacche sulle spalle, ma a fare festa è sempre l´altro spogliatoio. Un urlo roboante, quello proveniente dallo stanzone dell´Union Pro, l´urlo liberatorio di chi sa di aver appena incamerato tre punti dal peso specifico enorme, al termine di una gara sudata, sofferta, scoppiettante. Un urlo che stride con il silenzio intriso di rabbia che ha caratterizzato l´immediato post partita dell´altro spogliatoio, quello del Liapiave, sinceramente meritevole di chiudere la giornata con uno stato d´animo ben diverso. Questo è il calcio: ci sono annate in cui tutto ti va bene e vinci anche quando non meriti di vincere e ce ne sono altre in cui ti impegni, lavori, sgomiti, sudi, ma le soddisfazioni che raccogli sono molte meno di quelle che meriteresti. Un´etichetta, quest´ultima, che sembra calzarci a pennello, soprattutto nell´ultimo periodo e l´accostamento con le ultime quattro gare, giocate nel breve volgere di quindici giorni, appare in questa chiave scontato e naturale. Una situazione che non deve comunque farci abbattere, di tempo per piangersi addosso e per recriminare questo campionato non te lo concede proprio ed allora non resta che trasformare subito la grande rabbia, in energia positiva da ributtare in campo già domenica prossima, in un´altra sfida dall´altissimo coefficiente di difficoltà.
LA PARTITA: Gara, per tutti i 90´, giocata su ritmi molto alti e ricca di spunti e colpi di scena da una parte e dall´altra. Già al 2´ a provarci è Nobile, ma il suo tiro viene smorzato dalla chiusura della difesa ospite. Un giro di lancette ed è il Liapiave ad avere la prima grande chance con Abazi, abile a tagliare alle spalle della statica retroguardia locale ed a concludere in mezza rovesciata un pallone che termina però alto. Per nulla intimoriti dal valore del proprio avversario, i ragazzi di Piovesan cominciano a fare la partita con confortante regolarità ed a provarci in serie sono Lopez, con un destro da fuori che termina a lato e soprattutto Mattiuzzo, con un´accelerazione che lo conduce sino al limite dell´area, da dove con il destro piega le mani di Noè, bravo e fortunato a far terminare la sfera in corner. Tra un tiro e l´altro, ancora Liapiave pericoloso e questa volta c´è di che ridire sull´operato dell´arbitro: cross da destra di Abazi per il ben appostato Lopez, che al momento della deviazione aerea, viene letteralmente travolto da Franchetto. Nell´incredulità generale, il Sig. Modesto fa segno che si può continuare. L´Union Pro continua a starsene sulle sue, ma quando accelera è sempre devastante: corre il 29´ quando Nobile se ne va a campo aperto e suggerisce poi un assist al bacio per Comin, il cui tiro a botta sicura viene miracolosamente ribattuto da Finotto. Un giro di orologio appena e succede il patatrac. Su azione partita da rimessa laterale, Comin aggira Cittadini, che si vede costretto a franargli addosso proprio nei pressi dell´area di rigore. Dentro o fuori? Difficile a dirsi, l´unico a non avere dubbio alcuno è l´arbitro, che indica il dischetto, estraendo a sua volta il secondo giallo all´indirizzo di Cittadini, costretto così ad abbandonare la squadra già alla mezzora del primo tempo. Dal dischetto la trasformazione di Franceschinis non è impeccabile, ma è comunque efficace e i padroni di casa si ritrovano così in un sol colpo in vantaggio di una rete e di un uomo. Un vantaggio che la squadra di Feltrin non farà in verità fruttare al meglio, dando l´opportunità ad un pimpante Liapiave di continuare a gestire la gara. L´occasione del pari giunge già al 36´ con una violenta capocciata di Abazi su azione d´angolo che Noè respinge d´istinto sulla parte superiore della traversa. Sul rovesciamento di fronte, è la squadra di casa ad avere del legittimo materiale per protestare con l´operato dell´arbitro, con un contatto tra Finotto in uscita bassa e il lanciatissimo Fuxa, apparso ai più, anche in questo caso piuttosto marchiano. Il tempo si chiude poi su un tiro a giro dal limite del solito Comin, che Finotto è bravo a smanacciare in angolo.
Si chiude un primo tempo di rara bellezza e ci si appresta ad affrontare una ripresa che saprà regalare al pubblico le stesse emozioni, se non di più ancora.
Il primo acuto è di Franceschinis su calcio piazzato, con palla che termina docile docile a fondo campo, sotto l´attento occhio vigile di Finotto. La risposta degli ospiti non si fa attendere ed è ancora l´ispirato Abazi a divincolarsi dalla marcatura del suo diretto avversario, per poi battere un bel diagonale che Noè argina da par suo. E´ il preludio al gol del pari, che puntuale e meritato giunge al minuto numero 16, con una perfetta parabola su punizione di Benetton che Noè non può far altro che guardare. Immediata e veemente la reazione dei padroni di casa con Nobile, abile a superare con un tocco morbido l´uscita del portiere ospite, senza però fare i conti con Fiorotto, giunto sulla linea di porta a ricacciare in out un pallone ormai destinato alla rete. A questo punto i due tecnici decidono di cambiare, con Feltrin a inserire la terza punta per cercare di sfruttare meglio la superiorità numerica e Piovesan a registrare nuovamente la retroguardia, con Bozzetto in campo al posto di Abazi, uscito meritatamente tra gli applausi dei suoi sostenitori. Una sostituzione che non muta comunque la filosofia degli ospiti, che continuano a giocare e a rendersi pericolosi, in particolar modo con Vettoretto, che sfrutta al meglio un assist di Lopez per intrufolarsi in area e concludere con il mancino un pallone andato ad infrangersi contro la parte esterna della rete. Ed è ancora Vettoretto alla mezzora ad avere una ghiotta occasione su calcio da fermo, più o meno dalla stessa posizione di quella battuta prima in maniera vincente da Benetton, ma questa volta il destro a giro dell´ex Ardita finisce la sua corsa a fondo campo. A questo punto le due squadre sembrano un pizzico esauste per l´enorme sforzo profuso su un campo davvero pesante, ma a 3´ dalla fine arriverà il colpo che spariglierà tutte quante le carte: cross di Franceschinis dalla tre quarti e perfetto stacco volante di Basso, che coglie l´angolino alto alla destra di Finotto. Apoteosi Union Pro. Totale sconforto Liapiave. Uno sconforto che i ragazzi di Piovesan trasformano in rabbia agonistica vera e propria, tanto da riuscire a costruirsi altre tre palle gol prima del triplice fischio. La prima e più clamorosa, capita sul sinistro di Bortot, che a due passi dalla porta centra in pieno Noè, la seconda con Lopez, che lavora bene un pallone in area prima di esplodere un diagonale che ancora l´estremo ospite riesce a far proprio ed infine con Fiorotto, nel classico tiro della disperazione dal limite, che finisce però alto sulla traversa. Tra un´occasione e l´altra, anche l´Union avrebbe la palla del 3 a 1 in contropiede, ma Baratella non ha la freddezza necessaria per trasformarla in gol, pur avendo quasi tutto lo specchio a propria disposizione.
Finisce così, con rabbia e rammarico, una gara comunque positiva dalla quale bisognerà trarre la linfa necessaria per ripartire subito a testa alta!

Fonte: Ufficio Stampa
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it