13 Maggio 2021
News
percorso: Home > News > News Generiche

Oderzo è di nuovo terra di conquista!

29-04-2013 00:25 - News Generiche
Michele Benetton, doppietta decisiva
OPITERGINA - LIAPIAVE 0-2

OPITERGINA: Ros, Feletto (st 15´ Pasian), Moro, Dassiè, Sartoretto, Pezzutto (st 12´ Silboni), Bettiol, De Tuoni, Bonotto, Cester (st 1´ Di Leva). All. Tossani
LIAPIAVE: Schincariol, Bortot, Furlan, Albanese (st 23´ Gagno), Cittadini, Marcuzzo, Abazi, Tessaro, Cattelan (st 29´ Tonetto), Benetton, Paladin (st 40´ Bonotto). All. Piovesan
ARBITRO: Panozzo di Castelfranco V.to
RETI: pt 43´ e st 48´ Benetton
NOTE: Ammoniti Calzavara, Marcuzzo, Albanese, Cittadini, Tessaro. Calci d´angolo 8 a 5 per il Liapiave. Spettatori 300 circa

Essere tristi dopo aver vinto un derby, è un paradosso. Ma purtroppo è proprio così. Se tutto fosse finito al minuto numero 90, avremmo parlato di una praticamente domenica perfetta: noi eravamo sopra a Oderzo, Feltrese e Liventina stavano pareggiando, il Nervesa stava perdendo nettamente a Mestre, l´Istrana stava vincendo 2 a 1 sull´Ardita. In poche parole, saremmo tornati giusto giusto dove ci trovavamo prima dell´infausta sconfitta di Ponzano, con i play off praticamente in tasca. E invece? Il gol di Vettoretto dell´Ardita ha rovinato tutto, poichè il 2 a 2 finale tra Istrana e Ardita ha aperto la forbice dei 10 punti tra seconda e terza in classifica, vanificando per tutti la possibilità di fare i play off interni e proiettando il Ripa direttamente agli spareggi nazionali. Cosa succede ora? Niente di particolare, non ci resta che aspettare domenica e sperare in un passo falso (ne basterebbe anche mezzo) dei bellunesi, a patto che, in contemporanea, Istrana e Liapiave non sbaglino pure loro, al cospetto di Ponzano e Edo Mestre, due match delicatissimi in cui si incroceranno da una parte velleità di play off e dall´altra speranze di salvezza diretta senza passare per i play out, con il fiato sul collo del Gruaro alle loro spalle. In poche parole, prepariamoci a vivere un´altra domenica di passione, con la speranza che non sia l´ultima!
IL MATCH DELL´OPITERGIUM: Per la quarta volta consecutiva negli ultimi quattro derby di campionato in terra opitergina, il Liapiave se ne torna a casa con la pancia decisamente piena (stagione 2006/2007 2-1 doppio Buondonno; stagione 2009/2010 1-0 Solagna; stagione 2011/2012 1-0 Cittadini; ieri 2-0 doppio Benetton). Una vittoria netta nel risultato, ma non nell´andamento della gara, poichè l´Opitergina ha venduto cara la pelle, giocandosi tutte le proprie carte e rendendo il derby elettrizzante sino all´ultimo, sin quando cioè Benetton non ha gonfiato la rete per la seconda volta, chiudendo baracca e burattini con qualche secondo d´anticipo. Nella prima parte di gara, sono proprio i padroni di casa ad avere un leggero sopravvento, ma la prima grande occasione è per il Liapiave, con una discesa mozzafiato di Furlan lungo l´out di sinistra ed un assist al bacio per Benetton, che da buona posizione non riesce però a centrare lo specchio. Il grande brivido lungo la schiena dei tifosi ospiti passa però al 25´: Bortot aggancia Bettiol in area e per l´arbitro ci sono gli estremi per la massima punizione. Ad incaricarsene è lo specialista De Tuoni, che col mancino angola incrocia troppo il tiro, facendo terminare la sfera a fondo campo. Un errore che ha il potere di sgonfiare un pò le velleità bellicose dei leoni biancorossi, costretti ad abbassare il baricentro dinnanzi alle avanzate del Liapiave. Avanzate che sfociano nel gol del vantaggio maturato al minuto numero 43, con una furbesca punizione di Benetton che beffa Ros sul suo palo. Al rientro dagli spogliatoi, ci si aspetta l´energica reazione dell´Opitergina, ma il Liapiave si dimostra in grado di arginare le folate avversarie senza eccessivi patemi d´animo, tanto che non si ricordano occasioni clamorose se non un tentativo aereo di Pasian e una botta secca di De Tuoni ben respinta da Schincariol. E così, a segnare ancora una volta saranno proprio gli ospiti, grazie ad un´autentica prodezza di Benetton, che si sciroppa 80 metri palla al piede, per poi battere Ros con un morbido pallonetto. Finisce 2 a 0 ed ora non resta che attendere fiduciosi: chissà che per una volta il mondo giri anche dalla nostra parte!

Fonte: Ufficio Stampa
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it