01 Agosto 2021
News
percorso: Home > News > News Generiche

Prima la qualità, poi il cuore: espugnato Godego con merito!

16-11-2015 10:00 - News Generiche
GODIGESE - LIAPIAVE 1-2

GODIGESE: Marcato, Zarpellon, Civiero, Alberton (st 33´ Pasinato), Lovato, Cecchetto, Marangon, Campagnolo, Salbre (st 13´ Trevisan), Conte, Matterazzo (st 28´ Tessaro). All. Fabbian
LIAPIAVE: Fuser, Bortoluzzi (st 37´ Truccolo), Fiorotto, Gagno, Bortot, Bianchi, Florean (st 42´ Abazi), Pettenà, Manzan, Benetton, Furlan. All. Piovesan
ARBITRO: Cicogna di S. Donà di Piave
RETI: pt 5´ Conte, 24´ Furlan; st 12´ Furlan
NOTE: Espulso Furlan al 22´ st per proteste. Ammoniti Campagnolo, Cecchetto, Florean, Pettenà. Calci d´angolo 3 a 1 per la Godigese. Spettatori 200 circa.

Ci mettiamo un quarto d´ora a carburare, però da quando entriamo in partita fino a quando restiamo in parità numerica, sfoderiamo una prestazione di grande qualità, che ci fa trovare con merito le due reti che di fatto ci spianano la strada verso il successo. Da analizzare, nel contesto di una giornata estremamente positiva, resta solo l´approccio avuto con il match: nel primo quarto d´ora infatti, i padroni di casa hanno mostrato un pizzico di determinazione in più, pescando il jolly del vantaggio con un autentico eurogol di Angelo Conte ed esibendo una buona disinvoltura nel palleggio. Sia chiaro, niente di particolarmente pericoloso, il cercare di non subire gol a freddo dev´essere tuttavia il monito con cui andremo ad affrontare le prossime gare, anche perché non sempre riesce poi l´impresa di ribaltare la situazione come accaduto ieri. Bene, molto bene invece la gestione dell´inferiorità numerica: in quasi mezzora infatti abbiamo concesso una sola vera occasione da gol ai nostri avversari e qui particolarmente bravo si è dimostrato il nostro giovane portiere Leonardo Fuser, con una super parata che ha permesso alla squadra di mettere definitivamente sotto chiave il successo.
IL MATCH: Sono trascorsi meno di cinque minuti dal´avvio quando Conte, su calcio di punizione da lontano, tira fuori dal proprio cilindro un poderoso tiro che va ad insaccarsi proprio sotto l´incrocio dei pali. Un vantaggio a freddo che galvanizza i padroni di casa, abili nella prima fase a tenere in mano il pallino del gioco, pur senza rendersi particolarmente pericolosi, se non con un tiro dal limite di Campagnolo, agevolmente arginato da Fuser. Pagato lo scotto iniziale, il Liapiave a poco a poco comincia a mangiare metri alla Godigese sin quando, al 24´, non matura l´episodio che cambia definitivamente il volto alla gara. Lovato appoggia all´indietro di testa per Marcato un pallone che si rivela troppo corto, bravo Furlan a leggere la situazione e ad anticipare la tardiva uscita del portiere di casa, con un pregevole tocco di esterno sinistro che va ad insaccarsi molto vicino al palo lontano. Ora l´inerzia del match è completamente ribaltata e già prima dell´intervallo il Liapiave avrebbe la palla buona per completare rimonta: calcio d´angolo di Benetton a smarcare Gagno, perfetto cross del centrocampista per la testa di Manzan, la cui spizzata va a morire a pochi centimetri dal palo. La ripresa si riapre con gli ospiti a condurre le danze ed un´altra opportunità la confezionano Florean e Manzan, il primo in fase di rifinitura e il secondo con un sinistro secco da dentro l´area su cui Marcato fa però buona guardia. Sono le avvisaglie del raddoppio che puntuale giunge al 12´: feroce pressione alta di Manzan su Civiero e recupero palla nei pressi dell´area avversaria completato da Florean, il quale entra in area dal lato corto e disegna poi un assist al bacio per Furlan, che tutto solo sul secondo palo deposita in scivolata la sfera dentro alla porta. Lo stesso Furlan sarà protagonista suo malgrado una decina di minuti dopo, con una timida protesta che l´arbitro giudica in maniera troppo inflessibile esibendo il cartellino rosso all´attaccante del Liapiave. Un´espulsione che condiziona fortemente l´ultima porzione di match, vissuta sulle folate dei padroni di casa vogliosi di trovare quanto meno il pari, una volontà spezzata dall´atteggiamento accorto di tutto il Liapiave e dalla super parata di Fuser già raccontata prima, a pochi istanti dal triplice fischio finale.

Fonte: Ufficio Stampa
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it