31 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

Un altro boccone amaro: la Liventina passa a Ormelle

17-02-2014 23:36 - News Generiche
LIAPIAVE - LIVENTINAGORG 1-2

LIAPIAVE: Dal Bo, Pol, Parro (pt 15´ Zuanetti), Pavan, Bitri, Baldassar (st 32´ Olteanu), D´Agostino (st 35´ Lorenzon), Cattai (st 19´ El Bakhtaoui), Asllani, Saracino (st 31´ Biscaro), Manzan. All. Mazzer
LIVENTINAGORG: Brassi, Rosso, Zanusso, Brunello, Boem, Fornasier, Piccolo, Bonotto (st 8´ Benedet), Miolli (st 37´ Fasan), Maccari (st 19´ Iacono), Scarpi. All. Perin
ARBITRO: Grando di Conegliano
RETI: pt 8´ Parro, 44´ Scarpi (R); st 27´ Iacono.
NOTE: Ammoniti Manzan, Pol, Lorenzon, Cattai, Biscaro, Scarpi, Maccari. Spettatori 200 circa

Per fortuna ce li siamo tolti di torno. Un weekend lungo all´insegna del rammarico, un rammarico talmente grande, che più grande effettivamente non si può. Le partite vanno analizzate con freddezza e distacco, certo, ma non sempre si riesce a dare una spiegazione logica ad un risultato, soprattutto quando a subentrare vi sono fattori esterni come la sfortuna e il destino, contro i quali è tremendamente difficile combattere. Stavolta, diciamolo subito, è andata in maniera diversa rispetto a sabato, perchè la Liventina in alcuni tratti della gara, ha dimostrato di meritare davvero la posizione di classifica che occupa, se però colpisci tre pali e crei almeno altrettante nitide palle gol, non puoi non tornare a casa con il pianto nel cuore, lenito solamente dalla consapevolezza di aver disputato una gara strappa lacrime per intensità, impegno ed anche qualità, tre elementi senza i quali non puoi altrimenti riuscire a tener testa ad una formazione così quadrata, come quella allenata da Perin. Ormai è andata, inutile recriminare o piangersi addosso, dalla prestazione bisogna ricavare tutti quegli elementi utili da ributtare in campo anche nelle prossime partite, visto che anche la juniores, cosi come la prima squadra, è attesa dietro l´angolo da un autentico tour de force. E il primo dei tre avversari che dovremo affrontare la prossima settimana, si chiama Opitergina. Penso di aver detto tutto!
LA PARTITA: Primo quarto d´ora da antologia per i ragazzi di Mazzer, che già dopo 30 secondi colpiscono il primo legno: splendido scambio sullo stretto Saracino - Asllani, abilissimi a far viaggiare in corridoio Manzan, che fulmina il portiere avversario con una bella conclusione andata però a sbattere contro il primo palo. Il Liapiave sembra quasi in estasi e gioca a meraviglia: al 5´ perfetto corner di Parro e capocciata a botta sicura di Baldassar, che si infrange contro la traversa. La Liventina sembra non capirci nulla, sbanda paurosamente e puntualmente viene colpita. Parro, servito in corridoio sulla fascia di sua competenza, entra in area e incrocia sul palo più lontano un diagonale su cui Brassi nulla può. Feriti nell´orgoglio, gli ospiti cominciano lentamente a tornare in gara e a poco a poco alzano il baricentro, dando un saggio delle proprie potenzialità. In un paio di circostanze è bravo Dal Bo a ricacciare al mittente le velleità biancoverdi e in ogni caso la difesa locale sembra in grado di tener botta di fronte alle folate avversarie. Anzi, su azione di rimessa, è il Liapiave a sfiorare il raddoppio, con una bella spaccata di Zuanetti da posizione molto defilata, che costringe Brassi alla deviazione in corner, dalla cui battuta nasce un´altra ghiotta opportunità in mischia, che l´estremo ospite è ancora una volta bravo a spedire in out. Il primo tempo sembra così poter volgere al termine con un legittimo vantaggio locale ed invece, proprio al 44´, Pol in ritardo frana addosso all´avversario in area, originando un penalty che Scarpi trasforma. La rete ha il potere di galvanizzare gli ospiti, che in apertura di ripresa premono il piede sull´acceleratore con maggiore convinzione, senza tuttavia creare grandi grattacapi, se non con due tiri da lontano nella stessa azione, ben respinti dalla difesa prima ed da un attento Dal Bo poi. Si giunge così al 27´, minuto decisivo in cui si materializza il gol del definitivo vantaggio liventino: a segnarlo è Iacono, abile a sfruttare una delle pochissime disattenzioni della nostra retroguardia, infilando a campo aperto, la disperata uscita di Dal Bo. Anche qui, il gol sembra aver il potere di chiudere anzitempo la contesa, anche perchè i nostri ragazzi sembrano ampiamente provati dall´enorme sforzo fisico compiuto ed invece, mossi da uno smisurato orgoglio e sospinti dalla freschezza dei neo entrati, i padroni di casa riescono negli ultimi dieci minuti a confezionare altre tre palle gol coi fiocchi. Nella prima Biscaro, non nuovo a queste prodezze, si inventa un tiro impossibile dal vertice dell´area che va a sbattere ancora una volta contro la traversa, mentre in pieno tempo di recupero, le due occasioni della vita capitano entrambe ad Andrea Lorenzon, frenato nella prima da una decisiva deviazione della difesa e nella seconda, a tu per tu con Brassi, dallo stesso portiere ospite, bravo a restare in piedi fino all´ultimo e ad ipnotizzare il nostro giovane centrocampista. Finisce con le lacrime amare di Andrea, che sono, in verità, le lacrime nascoste dentro al cuore di tutti noi, lacrime di chi sa, in due giorni, di aver ottenuto molto molto meno di quello che avrebbe effettivamente meritato. E per una volta penso di poter dire che a pensarlo non siamo solo noi, ma anche i nostri tanto acerrimi, quanto fieri nemici di mille battaglie!

LIAPIAVE CHANNEL: E´ on line sul nostro canale tematico del settore giovanile, il servizio relativo al derby juniores.

Fonte: Ufficio Stampa
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it