30 Novembre 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

Una sconfitta....difficile da raccontare!

30-09-2012 18:05 - News Generiche
Mirko Tessaro, ha giocato una quantità industriale di palloni
LIAPIAVE - ISTRANA 1-2

LIAPIAVE: Schincariol, Bortot, Furlan, Gagno, Cittadini, Marcuzzo, Abazi (st 20´ Bonotto), Tessaro, Cattelan, Benetton (st 38´ Menegaldo), Paladin. All. Piovesan
ISTRANA: Rigo, Stecca, Bonaldo (st 14´ Favaretto), Niero, Ardenghi, Renaldini, Vecchione, Mattiuzzo, Zanatta (st 40´ Marchesan), Fiorotto, Scquizzato (pt 25´ Biundo). All. Fabbian
ARBITRO: Carraretto di Treviso
RETI: pt 28´ Zanatta (R); st 37´ Zanatta, 43´ Cattelan
NOTE: Espulso Cittadini al 30´ st per doppia ammonizione. Ammoniti Furlan, Benetton, Scquizzato, Ardenghi, Renaldini, Zanatta, Rigo. Spettatori 300 circa.

Il Liapiave gioca. E gioca bene. L´Istrana vince. Questo il telegramma di una partita incredibile, sicuramente difficile da raccontare a tutti coloro che non hanno avuto la fortuna (o la sfortuna, a seconda dei punti di vista) di vederla. Ai punti infatti, i ragazzi di Piovesan, mai come questa volta, avrebbero strameritato di vincere, concetto questo sottolineato a fine gara, persino dall´onesto mister dell´Istrana Marco Fabbian, che mai, a sua detta, si era trovato così in difficoltà in questo scorcio iniziale di campionato.
Tante volte si sente dire: "meglio perdere giocando bene che vincere giocando male", è chiaro comunque che quando accade sulla tua pelle, difficilmente riesci a fartene una ragione e sei costretto ad ingoiare un boccone amaro, che amaro non si può.
Tant´è, ormai è andata così, è pur vero comunque che sarà proprio da questo tipo di prestazione che il Liapiave dovrà ripartire, usando la sosta per continuare a lavorar bene con serenità, per ripresentarsi al via del campionato, nelle migliori condizioni possibili per cercare di unire alla prestazione anche il risultato.
LA PARTITA: Di seguito proponiamo una semplice cronaca, minuto per minuto, giusto per far capire il numero di occasioni sciupate dalla squadra di casa, soprattutto nella ripresa:
4´ Rigo sbaglia il rinvio, favorendo il recupero palla di Benetton già sulla tre quarti offensiva, immediata verticalizzazione del capitano per Cattelan, che da posizione favorevolissima, cicca la conclusione col destro, complice anche un rimbalzo fasullo della palla sul campo.
21´ Schema magistrale su azione d´angolo, che libera al tiro Furlan, il cui sinistro al fulmicotone supera di un nonnulla l´incrocio dei pali opposto.
25´ Cross da sinistra di Benetton e perfetto taglio di Abazi che in spaccata ed in precario equilibrio, non riesce a centrare lo specchio.
28´ Istrana in vantaggio: veniale contatto in area Marcuzzo - Zanatta, che l´arbitro giudica da rigore, ben trasformato dallo stesso centravanti istranese.
Secondo tempo 3´: Istrana avanti in maniera insidiosa con un colpo di testa ravvicinato di Biundo, arginato proprio sulla linea da Cittadini.
9´ Comincia la veemente reazione dei padroni di casa, con un´altra occasione colossale, propiziata da un cross di Bortot dalla destra e fallita a centro area da Cattelan, con un comodo colpo di testa finito alto di un soffio.
11´ Altro rigore discutibile, stavolta per il Liapiave, per un lieve contatto in area su Benetton. Lo stesso capitano si incarica dell´esecuzione calciando però alto sulla traversa.
14´ Abazi brucia sullo scatto Bonaldo (che infatti verrà sostituito subito dopo) e si presenta dinnanzi a Rigo, calciandogli però addosso.
24´ Nuovo rigore per il Liapiave, il più solare di tutti, per uno sgambetto ben dentro l´area su Bortot. Dal dichetto nuovamente Michele Benetton, che centra lo specchio ma si fa respingere la conclusione da un insuperabile Rigo.
28´ Ennesimo spiovente in area, doppio rimpallo aereo tra i difensori ospiti e palla che sembra destinata alla rete, ma Rigo con un altro balzo felino, riesce a far sua la sfera.
30´ Cittadini commette fallo a metà campo e viene ammonito per la seconda volta. Liapiave in 10 e situazione che si complica ulteriormente.
37´ Il sipario sul "Giol" sembra farlo calare nuovamente Zanatta, bravo a finalizzare un´azione di contropiede a campo apertissimo.
42´ Il Liapiave è un leone ferito e continua, nonostante le avversità, ad attaccare a testa bassa. Una tenacia che viene parzialmente ripagata dal gol di Cattelan, che ben imbeccato da Furlan si invola e batte sul primo palo Rigo, mantenendo accesa la fiammella della speranza.
46´ Il finale è un tourbillon di emozioni: palla in area per Menegaldo, che batte prontamente verso la porta, ma trova ancora una volta le leggerissima ma decisiva deviazione di Rigo addosso alla traversa. Palla che ricade verso l´area, ma il più lesto di tutti ad intervenire è ancora Rigo che anticipa di un soffio Cattelan. Sul rovesciamento di fronte Marchesan e Biundo si trovano da soli contro Schincariol, ma l´estremo di casa, restando in piedi sino all´ultimo, ipnotizza Marchesan invitandolo ad un tiro che, deviato dallo stesso giovane portiere, sbatte contro il palo. Nuovo disperato tentativo in ripartenza del Liapiave ma il triplice fischio dell´arbitro vanifica anche l´ultimissima possibilità.
I giocatori di casa stramazzano al suolo, sopraffatti dalla stanchezza e dalla delusione, ma escono tra i significativi applausi del pubblico che hanno dimostrato di saper apprezzare la prestazione e lo sforzo di tutti i giocatori.
Una menzione particolare alla fine di questo epico racconto, la merita senza dubbio il capitano Michele Benetton: i due rigori falliti, da un capitano vero, che ha dimostrato grande personalità ed uno spiccato senso di responsabilità, andando in ambo i casi dal dischetto (per uno peraltro che, qui al Liapiave, era stato sino ad oggi pressochè impeccabile dal dischetto), non alterano minimamente il giudizio su di una prestazione personale davvero altisonante, caratterizzata da qualità e lucidità nelle giocate, ma anche da una generosità davvero commovente. Ed è da queste note positive che, tanto lui, quanto l´intera squadra, devono subito ripartire, già dalla trasferta di Concordia.

Fonte: Ufficio Stampa
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it