28 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

Chiusura in grande stile: netta vittoria con l´Istrana

13-05-2012 18:35 - News Generiche
Francesco Bortot: grande gol il suo
LIAPIAVE - ISTRANA 3-1

LIAPIAVE: Dal Bo, Bortot, Furlan, Albanese, VCittadini, Cagnato (st 39´ Tonetto), Abazi, Tessaro, Cattelan, Paladin (st 34´ Anzil), Bozzetto (st 18´ Benetton). All. Piovesan
ISTRANA: Rigo, Renaldini, Dalla Costa, torresin (st 22´ Veronese), Bonaldo, Stangherlin, Marazzato (st 13´ Casarin), Mattiuzzo, Zanatta, Stevanin, Bavaresco (st 28´ Favaretto). All. Fabbian
ARBITRO: Milani di Portogruaro
RETI: pt 18´ Bortot, 37´ Cattelan, 38´ Zanatta, st 31´ Abazi.
NOTE: Ammonito Tessaro, Bonaldo. Spettatori 200 circa. Premiati nell´intervallo dalla "Casa del Popolo", i due giocatori che si sono maggiormente distinti nel corso dell´annata nel Liapiave Nicola Albanese e Alessandro Cattelan.

Non poteva concludersi meglio il campionato del Liapiave, bravo a sfruttare l´ultima passerella casalinga per regalare ai propri tifosi una bella vittoria, attraverso una prestazione veramente brillante. Alla vigilia c´era un pò il timore di vedersi sottrarre, proprio sul filo di lana, anche il quarto posto finale, paure svanite fin dai primi minuti, grazie alla prova corale della squadra, che ha dimostrato fin da subito quella carica agonistica che sarebbe stata necessaria per incamerare l´intera posta in palio. Successo impreziosito peraltro, anche dall´indiscutibile valore dell´avversario, un´Istrana arrivata sino a S. Polo col chiaro intento di chiudere degnamente la stagione, provando a bissare la bella vittoria ottenuta sette giorni prima a spese dell´Opitergina. Missione fallita, dai ragazzi di Fabbian, proprio per merito del Liapiave, che con questo successo è riuscito a concludere la propria soddisfacente stagione al quarto posto assoluto, con in dote uno degli attacchi più prolifici del torneo e la seconda miglior difesa, alle spalle della sola capolista Clodiense. Senza dimenticare, che il capocannoniere stagionale dell´intero campionato, lo annovera proprio la squadra di Albino Piovesan: ad ottenere infatti questo platonico ma prestigioso titolo, è infatti stato Alessandro Cattelan, dall´alto delle 18 reti messe a segno nelle 26 partite complessivamente disputate.
Meglio di così dunque, era davvero difficile fare, anche perchè chi ci ha preceduto in classifica (Chioggia, Ripa e Oderzo), aveva oggettivamente un qualcosina in più a livello di organico e questo è un aspetto che non può essere trascurato. Ed è da queste basi, tutto sommato solide, che deve ripartire la costruzione del futuro: su di un´intelaiatura già di buon livello, composta da ragazzi dall´età media molto molto bassa, la sensazione è che con qualche piccolo ritocco, la squadra possa il prossimo anno ripetere quanto di buono fatto in questa stagione, dando così continuità al progetto di ringiovanimento iniziato brillantemente quest´anno.
LA PARTITA: Balza all´occhio al via il fatto di vedere tra i pali Marco Dal Bo: con Zilio e Niero fuori causa per acciacchi fisici, il giovane sanpolese guadagna con merito la possibilità di esordire in campionato dal primo minuto, una fiducia peraltro ampiamente ripagata da una buonissima prestazione, impreziosita da uno straordinario intervento ad inizio ripresa sul lanciato Stevanin, che in quel momento avrebbe potuto riportare il risultato sul 2 a 2. Per il resto, con la lunga sfilza di infortunati che si ritrova, Piovesan disegna il classico 4-2-3-1 che contempla alle spalle dell´unica punta Cattelan, i tre baby Abazi, Paladin e Bozzetto, spalleggiati in mediana da Cagnato e Tessaro e in difesa da Bortot, Albanese, Cittadini e Furlan.
L´avvio del match è compassato e ad accenderlo ci pensa Bortot al minuto numero 18, con un missile terra aria da posizione impossibile, che Rigo non vede manco partire e che si va ad insaccare proprio sotto l´incrocio dei pali. Un´autentica prodezza balistica che ricorda molto quella segnata da Maicon nell´ultimo derby di Milano.
Galvanizzata dalla rete, la squadra di casa pigia il piede sull´acceleratore e va vicina al raddoppio prima con Abazi, il cui sinistro su sponda di Paladin finisce alto di poco e poi con Cattelan, la cui conclusione mancina è però troppo centrale. A suon di dai e dai il raddoppio però arriva: su azione d´angolo, la difesa istranese respinge corto sul sinistro di Cattelan, che al volo senza pensarci su due volte, spara in porta un bolide che Rigo può solo guardare. Un altro gol da applausi. Passa un giro di lancette e a strappare consensi è stavolta l´Istrana: Marazzato fugge via sulla destra e crossa verso il centro, laddove Zanatta si inventa una sforbiciata volante che va ad insaccarsi ad un palmo dal palo. E´ la giornata dei super gol! La ripresa si apre con l´occasione raccontata prima e ben sventata da Dal Bo, poi la gara cala di intensità e ad accenderla nuovamente ci pensano Benetton e Abazi, con il primo a battere in fretta una punizione sfruttando la disattenzione totale della retroguardia ospite ed il secondo a sfruttare al volo l´invito a nozze del compagno per insaccare agevolmente il terzo sigillo stagionale.
L´Istrana prova ad accorciare nuovamente le distanze ma lo fa con scarsa convinzione, anche se, proprio negli ultimi istanti di gara, le conclusioni degli avanti di Fabbian, vanno a sbattere contro il palo esterno. Finisce così in gloria il campionato del Liapiave, che ha fortissimamente voluto e meritatamente ottenuto, di chiudere in bellezza la propria stagione.

Fonte: Ufficio Stampa
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it