03 Dicembre 2021
News
percorso: Home > News > News Generiche

Finalmente ci siamo arrivati: la finale del "Gallego" è nostra!

04-06-2013 13:49 - News Generiche
La festa nello spogliatoio
LIAPIAVE - FAVAROMARCON 2-1

LIAPIAVE: Dal Bo, Bozzetto, Bianchin (st 4´ Burato), Pase, Doimo, De Nadai (st 27´ Ghirardo), Corocher M, Anzil (st 1´ Fagaraz), Abazi, Paladin, Bonotto (st 30´ Corocher D). All. Bressaglia
FAVAROMARCON: Rubano, Visentin, Bazzacco, Rumor, Bertoldi (st 19´ Ceriato), Carraretto, Antonello, Scarpa, Olmesini, Valier, Molin (st 15´ Marino). All. Risottino
ARBITRO: Carraretto di Treviso
RETI: pt 27´ Olmesini; st 1´ Paladin, 15´ Bonotto
NOTE: Ammoniti Fagaraz, Pase, De Nadai, Paladin, Ghirardo, Molin, Olmesini. Spettatori 150 circa

Questa volta il detto "non c´è due senza tre" non ha trovato compimento: siamo stati decisamente più forti di tutto, della cabala, delle statistiche e anche del nostro avversario diretto, quel Favaro di cui, in questa edizione del "Gallego", siamo diventati l´autentica bestia nera. Dopo averli già battuti durante la prima fase, un destino del tutto bizzarro ha voluto rimetterci di fronte ai veneziani anche in semifinale ed anche stavolta ad uscire vincitori siamo stati noi, magari con qualche patema d´animo in più, ma in maniera ugualmente meritata. Ed è così dunque, che al terzo tentativo filato siamo riusciti nell´impresa di agganciare la finalissima del prestigioso Memorial Gallego, un torneo che annoverava tra le proprie fila, tutte le maggiori espressioni della categoria juniores a livello regionale ed al quale siamo riusciti ad arrivare sino in fondo nonostante il "disturbo" dei play out che ne ha caratterizzato la sua fase iniziale, superata comunque con una certa brillantezza, così come di slancio sono stati sin qui superati anche gli avversari trovati nelle due gare secche dei quarti e delle semifinali. Ora serve un ultimo grande sforzo, per provare a coronare un cammino sontuoso nel torneo e per dare un taglio positivo ad una stagione che, nel suo complesso, era stata caratterizzata da alti e bassi, ma che è servita molto comunque un pò a tutti, per completare il proprio percorso di maturazione, come ampiamente dimostrato dagli ultimi risultati ottenuti!
LA PARTITA: Primo tempo equilibrato, con situazioni da gol da una parte e dall´altra che non hanno trovato compimento sin quando, al 27´ a passare è stato il Favaro, al termine di una fulminea ripartenza nata da rimessa laterale e legittimata da Olmesini con un pallonetto millimetrico dal limite dell´area. Immediata, già prima dell´intervallo, la reazione del Liapiave, che va vicinissimo al pari a fil di sirena, con una bella azione in percussione ispirata da Paladin e Abazi, conclusa poi da Anzil da posizione favorevolissima, con un destro che tuttavia non ha centrato lo specchio. Sull´onda del tremebondo finale di tempo, i ragazzi di Bressaglia rientrano in campo dopo l´intervallo con la testa giusta e dopo appena un giro di lancette colgono il pari. A propiziarlo è Pase, che recupera palla all´altezza della tre quarti, chiede e ottiene da Abazi il dai e vai sul lato corto dell´area grande e completa l´opera con uno splendido assist sul primo palo per Paladin, che taglia in maniera veemente davanti al proprio marcatore e fulmina Rubano con un tocco morbido da sottomisura. Trovato subito il pari, non si placa la voglia di successo del Liapiave, che tiene stabilmente in mano il possesso della sfera, sin quando, al minuto numero 15, non costruisce l´azione che deciderà il match. A condurla è l´intero reparto offensivo, decisamente irrefrenabile per la retroguardia avversaria nella ripresa, con degli scambi sullo stretto che legittimano il perfetto inserimento di Bonotto, che una volta in area trova il tempo e la lucidità per battere seccamente il portiere avversario sul primo palo. A vantaggio acquisito, il Liapiave cerca di gestire saggiamente la situazione, subendo un pò il tentativo di rimonta da parte del Favaro, che in realtà, costruirà un´unica colossale palla gol soltanto in chiusura di gara e qui ad ergersi a protagonista è Alessio Dal Bo, con un´uscita coraggiosa sui piedi dell´attaccante, assolutamente decisiva ai fini del risultato finale. Finisce così 2 a 1 e negli spogliatoi è il delirio, un delirio e un entusiasmo da tener vivo sino a venerdì, allorquando a Nervesa della Battaglia, con fischio d´inizio alle ore 21.30, si consumerà contro la vincente dell´altra semifinale tra Belluno e Feltrese, l´atto conclusivo del torneo!

Fonte: Ufficio Stampa
Eventi

Realizzazione siti web www.sitoper.it